A- A+
Milano

In occasione del dodicesimo anniversario degli attentati terroristici dell’11 settembre 2001 negli Stati Uniti, il presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà, è intervenuto, nel pomeriggio, alla presenza del Console Generale Usa, Kyle Scott, e del presidente del Consiglio provinciale, Bruno Dapei, a una cerimonia promossa nel corso di una seduta straordinaria dell’Assemblea.
All’incontro, sul tema "11 settembre 2001. Dodici anni dopo gli attentati. Guardando al futuro", hanno preso parte anche il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, l’assessore alla Cultura del Comune, Filippo Del Corno, gli assessori, i consiglieri provinciali e un folto gruppo di studenti dell’American school of Milan di Opera.
I saluti istituzionali delle autorità presenti nella Sala del Consiglio di Palazzo Isimbardi hanno preceduto la deposizione di una corona nello spazio adiacente alla sede dell’Amministrazione ("Largo 11 settembre 2001"), dedicato lo scorso anno, su proposta del presidente Podestà accolta da Palazzo Marino, alle quasi tremila vittime. Durante la commemorazione, il coro e l’orchestra degli allievi della scuola americana hanno intonato "The water is wide" e "America, the beautiful". La loro presenza era tesa a simboleggiare la centralità dei più giovani nel prossimo futuro, affinché da una strage di quel calibro i più piccoli possano trovare le giuste motivazioni per creare un avvenire migliore.
"Abbiamo celebrato, come ogni anno, il ricordo di migliaia di uomini e donne vittime, esattamente dodici anni or sono, del più drammatico e vile attentato terroristico della nostra storia – ha dichiarato il presidente Guido Podestà -. È il nostro modo di rinnovare i più profondi sentimenti di vicinanza a tutto il popolo americano e, soprattutto, alle famiglie dei quasi tremila morti, cittadini colpiti senza alcuna discriminante. Non possiamo dimenticare quella data ma, armati del peso della memoria, dobbiamo ora proiettarci alle prossime sfide del futuro. Parafrasando il Papa, dobbiamo imparare  a “percorrere le vie della pace” attraverso la solidarietà tra popoli, la libertà, la legalità e il convivere civile. Queste idee, che hanno inspirato milioni di persone, continuano oggi a camminare sulle nostre gambe grazie al ricordo, che non solo vince l’indifferenza dei vivi, ma anche il silenzio della morte".
"Anche quest’anno Milano si è stretta attorno agli Stati Uniti nella commemorazione dell’11 settembre – ha aggiunto il Console Generale Kyle Scott -. E’ un gesto di amicizia che ci onora e che, sin dal settembre del 2001, ci trasmette la profonda solidarietà degli italiani, dei milanesi e di tutte le istituzioni locali, sempre presenti ai massimi livelli. Oggi ricordiamo le vittime e le loro famiglie, onoriamo gli eroi ed esprimiamo la nostra gratitudine ai poliziotti, ai vigili del fuoco, al personale del primo soccorso ed ai membri dell’esercito che sono tra noi. Oggi come allora la nostra determinazione a resistere e a ricominciare a sperare è e rimane forte".
"L’11 settembre è stato un attacco alla democrazia e quindi a tutti noi – ha concluso il presidente Bruno Dapei -. E’ questo il motivo della tradizionale attenzione di Provincia di Milano a questa tragica ricorrenza. Ringrazio tutte le forze politiche per aver condiviso la scelta di questa seduta straordinaria del Consiglio provinciale e le significative presenze dei prestigiosi ospiti oggi in aula".
 

Tags:
provincia 11 settembre







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.