A- A+
Milano

Un documento ufficiale del cda della Scala "contro" il "monstrum giuridico" del Dl Valore Cultura convertito in legge. E' la decisione presa nella riunione del board della Fondazione stamani. Nel cda, ha spiegato al termine il sindaco e presidente della Fondazione Giuliano Pisapia, e' stato "esaminato il decreto convertito in legge" e in particolare gli articoli "negativi" per il Piermarini, che gli amministratori del teatro hanno "definito un monstrum giuridico". Per questo "abbiamo deciso come cda di prendere posizione pubblica ufficiale e chiedere le dovute correzioni gia' nei prossimi mesi, prima - ha sottolineato il sindaco - che si arrivi a una situazione irreversibile". Venerdì e' prevista una nuova riunione del consiglio di amministrazione, per la definizione dell'atto ufficiale contro i punti della nuova legge che danneggia la Scala, perche' "la Scala ha da vari anni il pareggio di bilancio e vuole mantenerlo. Ha le forze per andare avanti, pero' non bisogna mettere degli ostacoli che rischiano di metterla in una situazione di crisi irreversibile". Tra le ipotesi considerate "addirittura il ricorso alla Corte Costituzionale, ma questo comporterebbe un contrasto giuridico e processuale". Per il sindaco, posto che le situazioni "urgenti" di teatri in situazione di default giustificano un decreto legge, questa "non era la situazione della Scala. Introdurre in un decreto legge norme che riguardano una situazione normale mi e' sembrato sbagliato: l'ho gia' detto al ministro. Mi sembra che gli ordini del giorno danno una speranza", ha rimarcato il sindaco, che si e' detto convinto che "da parte del governo ci possa essere una marcia indietro anzi un passo avanti".

Tags:
scala dl cultura







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.