A- A+
Milano


di Gianfranco Librandi,
candidato per la Lista Monti nella Circoscrizione di Lombardia 1 e per il Movimento Lombardia Civica nella Provincia di Milano

Mi dissocio totalmente dalle dichiarazioni di Ilaria Borletti Buitoni in merito alla presunta utilità di un voto disgiunto a favore di Ambrosoli in Regione Lombardia. Infatti la chiamata al presunto voto utile allontanerebbe molti elettori che provengono  dal centrodestra e che hanno scelto il voto per Gabriele Albertini e la sua lista, regalando a Maroni i numeri per una vittoria certa.

Trovo assolutamente fuori luogo che la capolista della Lista Monti, senza confrontarsi con gli altri candidati, metta in dubbio il leale e convinto sostegno a Gabriele Albertini, che chi si riconosce nel progetto di Scelta Civica, a partire da Mario Monti, ha più volte espresso. Ambrosoli merita rispetto, ma fino a quando si farà sostenere da CGIL, FIOM, SEL o Ingroia, che di riforme proprio non vogliono sentir parlare, non potrà certamente avere il mio sostegno.

Tags:
ilaria sleale






A2A
A2A
i blog di affari
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano
Mercato del vino: dai corsi sommelier alle vendite l'Italia primeggia
Elena Vertignano
Caso MPS, ragionevoli le condizioni poste da Unicredit per l’acquisizione
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.