A- A+
Milano

Questa volta il sindacato non ha usato toni sfumati per criticare la manovra che Giuliano Pisapia, proprio domani, dovrebbe portare in giunta per raddrizzare i conti del comune. “Il sindaco Pisapia –spiega Danilo Galvagni, segretario della Cisl - sbandiera ai quattro venti che ogni iniziativa del Comune è ispirata al criterio di equità. Non mi sembra sia stato sempre così e certamente non lo è stato di recente con gli aumenti degli abbonamenti Atm che hanno colpito soprattutto le fasce più deboli della popolazione, come gli anziani, gli studenti e i lavoratori che usano i mezzi pubblici per necessità”. E’ l’Irpef che preoccupa il sindacato, perché dopo le batoste si tariffe, tasse e gabelle, allargare la platea dei tartassati in piena crisi, certo, non aiuta a vedere la luce in fondo al tunnel. “Ancora una volta ci tocca assistere a un dibattito sul risanamento dei conti pubblici del comune di Milano nel quale le uniche ricette proposte – lamenta Graziano Gorla segretario della Cgil - sono ulteriori aumenti al costo dei servizi e tagli, senza una chiara politica di miglioramento e riqualificazione degli stessi, a cui si aggiunge un aumento delle imposte locali che andrà a colpire pesantemente i redditi da lavoro e dei pensionati milanesi”. Certo non è facile trovare risorse ed inventare ricette nuove, ci ha provato l’assessora al bilancio Francesca Balzani, che ha ottenuto da Roma una parte del maltolto (pare 34 milioni). Ma serve altro. “Sarebbe auspicabile – prova a suggerire il segretario della Uil, Walter Galbusera - che il Comune producesse uno sforzo eccezionale di uomini (e donne) e di mezzi per combattere l’evasione traendone i benefici direttamente come prevede la norma. Invece il grande sforzo viene prodotto per sostituire Equitalia nella riscossione, con risultati che sono tutti da vedere”. Notte insonne, la prossima, per Giuliano Pisapia. Lui sa bene che il sindacato interpreta i sentimenti popolari, quelli dei cittadini che gli hanno dato fiducia.

Da. Bo.

Tags:
gabelle sindacato







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.