A- A+
Milano
Lega e rapina una donna incinta, arrestato a Milano

I carabinieri della compagnia Monforte di Milano hanno attuato una misura di custodia cautelare a carico di M.D.L.F., 36 anni, cittadino argentino senza fissa dimora accusato di rapina e sequestro di persona. L'uomo, che si trovava gia' in carcere per un tentato furto in abitazione, e' stato tradito da un'impronta digitale: secondo gli inquirenti e' lui la persona che il 12 aprile scorso fece irruzione in un appartamento di zona Porta Romana fingendosi un operaio comunale. Qui, munito di un cacciavite, aveva minacciato la padrona di casa, una 38enne incinta, legandola e imbavagliandola al letto per portare poi via pochi preziosi, per un valore complessivo di 150 euro. L'arrestato ha numerosi precedenti specifici: tre giorni prima la rapina in Porta Romana era stato scarcerato dopo un periodo trascorso in carcere per rapina, e sarebbe stato arrestato in flagranza la settimana successiva mentre tentava di introdursi in un condominio di zona Buenos Aires.

Tags:
milano







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.