A- A+
Milano

Per Roberto Maroni il Consiglio regionale lombardo deve chiedere ai consiglieri della passata legislatura la restituzione del miliardo di euro di rimborsi ai gruppi che la Corte dei Conti ha valutato come irregolari. "Penso che l'ufficio di presidenza del consiglio regionale lombardo debba chiedere a tutti di rimborsare la Regione: chi riterra' poi di aver speso legittimamente opporra' le proprie ragioni", ha affermato il governatore lombardo, rispondendo ai giornalisti durante uan conferenza stampa post-giunta. Maroni ha sottolineato che il recupero di questi soldi "spetta al consiglio". "Mi auguro che si faccia rapidamente e che si chiuda una brutta pagina che non mi riguarda, che riguarda il passato, e che si ricominci dall'anno zero".

Maroni ha confermato di essere a favore delle totale cancellazione dei rimborsi ai gruppi, come sostenuto prima della sua elezione a governatore, dopo l'avvio dell'indagine della procura di Milano per le spese sostenute da tutti i gruppi consiliari della passata legislatura. "La mia opinione personale e' che non si debbano dare contributi ai gruppi oltre all'indennita' e che quindi l'indennita' sia onnicomprensiva - ha affermato -. A meno che il consigliere non svolga attivita' istituzionali per la regione, il costo della sua attivita' politica non deve ricadere sulla regione". "La Regione puo' fornire ai consiglieri semmai servizi, non soldi per la loro attivita' politica: siamo disponibili a mettere a disposizione gli uffici sul territorio, presso gli Ster: questa e' una posizione mia e della giunta, spero venga tradotta in legge". A chi gli faceva notare che, secondo la Corte dei Conti, il gruppo del suo partito, la Lega Nord, e' quello che piu' ha presentato spese irregolari, Maroni ha risposto: "i provvedimenti li abbiamo gia' presi, quasi tutti i coinvolti non sono stati ricandidati".

Tags:
lombardia maroni






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.