A- A+
Milano
luciacastellano

di Fabio Massa

Lucia Castellano sarà la capolista della compagine che sostiene la candidatura di Umberto Ambrosoli. Assessore alla Casa, ai lavori pubblici e al Demanio, è in procinto di dare le dimissioni. In un'Affaritaliani.it spiega "di essere già in campagna elettorale per portare in Regione il modello del buon governo di Milano. E' un accordo che abbiamo preso con il sindaco. I parcheggi? Io sono l'assessore che ha cercato di mettere ordine nel disastro lasciatoci da Albertini. Non è stato affatto un ottimo sindaco, visto il ginepraio che abbiamo trovato". Sulle regionali e sul rapporto con il Pd: "Io credo che ci sia una perfetta consonanza di obiettivi con il Pd: il fine è quello di governare la Regione Lombardia in maniera diversa da quanto è stato fatto fino ad oggi". Infine, sulla giunta: "Immagino che il rimpasto avverrà la prossima settimana"

Assessore Lucia Castellano, lei è in procinto di dare l'addio al Comune.
E' un accordo che abbiamo preso con il sindaco. Lui mi ha fatto questa proposta, che io accettato, di portare su larga scala i valori portanti della giunta Pisapia. Ci siamo resi conto che lavorare, soprattutto nel mio settore, con una giunta regionale non solo non amica, ma non conforme a quelli che sono i valori che ci sostengono, è complicatissimo. Per valorizzare l'esperienza milanese, abbiamo bisogno di un contatto con la Regione.

Ecco perché entra nella lista civica di Ambrosoli.
Esatto. Entro in quella lista civica per essere di supporto ai partiti per una sfida che va oltre i partiti.

La provoco: i suoi detrattori parlano di lei come l'assessore dei parcheggi non fatti.
In maniera altrettanto polemica rifiuto questo appellativo. Ne abbiamo inaugurati cinque, di cui due di interscambio. In un anno e mezzo di lavoro. Ne abbiamo mandati avanti altri due, residenziali. Io sono l'assessore che ha messo ordine nel disastro di Albertini.

Quale eredità si è trovata da Albertini?
Mi sono trovata più di un centinaio di aggiudicazioni di parcheggi in tutti i posti della città, anche i più improbabili. Questo comporta altrettanti debiti con i concessionari da parte della città. Questo significa che il concessionario può alzarsi in qualunque momento e decidere di fare causa. Io non sono quella che cancella, ma che mette ordine. Abbiamo agito concessionario per concessionario. Tra l'altro mi faccia dire: guarda caso sono sempre gli stessi 7-8 quelli ai quali l'ex commissario straordinario Albertini diede le concessioni. Siamo addivenuti a soluzioni extragiudiziali. Ma c'è di più...

Prego, dica.
Ogni parcheggio ha degli oneri che il concessionario deve all'amministrazione. Questi oneri, che strano, non sono mai stati richiesti. E' stato grazie a questi oneri che abbiamo risolto la situazione.

Questo è anche un argomento tipico da campagna elettorale contro uno dei competitor...
Non è un argomento da campagna elettorale. E' la verità. Noi le abbiamo fatte queste cose.

Albertini dice di essere stato un ottimo sindaco di Milano.
Secondo me non è stato affatto un ottimo sindaco. Per l'esperienza che ho avuto io, non in campagna elettorale, ma da assessore, Albertini ha lasciato un ginepraio. I 5 milioni di oneri che stiamo recuperando serviranno a riqualificare le piazze.

Lei ha detto: "Che strano, sempre gli stessi aggiudicatari". Non ritiene ci siano illeciti?
No. Se ci fosse stato un illecito penalmente rilevante avremmo già denunciato. Io prendo atto che i concessionari sono sempre gli stessi. Punto.

Torniamo alla Regione. A che punto è la formazione della lista?
Il 12 ci sarà il lancio della campagna di Umberto Ambrosoli.

Quale rapporto avrete con il Pd? E' la forza più importante della coalizione...
Io credo che ci sia una perfetta consonanza di obiettivi con il Pd, che è quello di governare la Regione Lombardia in maniera diversa da quanto è stato fatto fino ad oggi. Noi siamo una forza civica che va a supporto e che lavora insieme ai democratici: non c'è contrapposizione. Lo sforzo è tale per riportare la Lombardia ad essere la locomotiva d'Italia che dobbiamo essere tutti consorziati.

Quando darà le dimissioni e ci sarà il rimpasto?
Questo non lo so, lo decide il sindaco. Credo che comunicherà tutto insieme. Ma immagino ci sarà la prossima settimana. Io sono al servizio del Comune e della Regione con la stessa passione civile.

@FabioAMassa

Tags:
lucia castellano affaritaliani






A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.