A- A+
Milano

 

lucio battisti

Come da programma, alle 10.25 di stamattina la salma di Lucio Battisti ha lasciato il cimitero di Molteno per essere trasferita a Rimini con un furgone di un impresa funebre della citta' romagnola. Ad accompagnare il viaggio la vedova Grazia Letizia Veronesi che con il figlio Carlo Luca Alberto ha voluto trasferite il congiunto dopo 15 anni di permanenza nel camposanto brianzolo dove stamattina sono arrivate moltissime persone, soprattutto della zona. All'uscita del furgone, dal cimitero si e' levato un lungo applauso al grido 'Ciao Lucio' tra i tanti fan presenti. La decisione di portar via la salma, d'altronde, arriva poco piu' di due mesi dopo la sentenza della Corte d'Appello di Milano che ha dato ragione al Comune.

Nocciolo della contesa e' il Festival che l'Amministrazione comunale ha organizzato per otto anni filati prima che la vedova decidesse di passare alle vie legali. Contrari al trasferimento pressoche' tutti i moltenesi come pure la mamma di Lucio che spera in un ripensamento dell'ultima ora. Se cosi' non sara', le operazioni di estumulazione dovrebbero iniziare stamani a momenti. La salma pare venga poi cremata, dove ancora non e' chiaro. Forse al forno crematorio di Como, forse da tutt'altra parte. "Sono fatti che ci rattristano - dice il Sindaco di Molteno Mauro Proserpio -. Non per il personaggio pubblico, ma come cittadino comune. Senza contare che, quando una salma viene tolta, per i parenti si rinnova il lutto". Insomma ancora pochissime ore e poi di Battisti in quella Brianza velenosa da lui descritta in uno dei suoi principali successi non restera' che un ricordo. Indelebile, comunque. Intanto sono molti quelli che auspicano possa riprendere il festival a lui dedicato. Tra questo anche Mogol, amico inseparabile e autore di gran parte dei successi di Battisti, almeno per quanto riguarda i testi. Proibire un festival dedicato a giovani autori, come quello che si faceva a Molteno, significa fare un danno alla musica e a chi la scrive.

Lucio Battisti ha vissuto a Molteno sino alla fine. D'altronde aveva scelto di trasferirvisi e credo che, comunque, si trovasse bene davvero. La sua famiglia non so. Soprattutto da quando lui non c'e' piu'. Certo i rapporti con il Comune erano tesi da tempo", spiega Mogol che non esclude come l'aver perso la causa contro il Comune per il festival commemorativo non abbia influito sulla decisione di portare via la salma". Il festival 'Un'avventura, le emozioni' dal 1999 al 2008 ha portato nel Lecchese cantanti come Enrico Ruggeri, Edoardo Bennato, Antonella Ruggiero e Morgan, tutti esibitisi in memoria di Battisti. In paese sono molti quelli che vorrebbero venisse riorganizzato per celebrare il ricordo di un uomo e di un artista.

Tags:
lucio battisti molteno






A2A
A2A
i blog di affari
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano
Frutta secca: benefici e quando mangiarla
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.