A- A+
Milano

 

LA DICHIARAZIONE

di Lucia Castellano, capogruppo regionale Patto Civico

Maroni riunisce i funzionari per avviare la famosa quanto fumosa macroregione leghista, in evidente contraddizione con il collega di partito e anche con se stesso. Perchè dove la immaginano, se non in quella stessa Europa che Salvini, da europarlamentare e con il sostegno del governatore lombardo, vuole abbattere?

di Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino

Nell'agone politico v'è spazio, purtroppo, anche per le corbellerie e i per vaniloqui della consigliera Castellano che testimoniano la sua ignoranza abissale in materia di euro e di macroregione. Salvatasi dall'allontanamento dalla giunta Pisapia per incapacità manifesta grazie all'elezione in consiglio regionale, la stessa non perde occasione per dare sfogo alle sue stupidaggini intrise di cieca cattiveria nei confronti della Lega Nord. Non avendo argomenti seri sui quali impegnarsi, causa la sua pochezza, non trova di meglio che attaccare sterilmente tutto quanto la Lega Nord propina in materia di federalismo fiscale e di macroregione del nord. Coså è avvenuto ieri sera, dove gli attacchi della Castellano si sono concentrati sulle frasi rilasciate dal segretario della Lega Lombarda che metaforicamente considerava l'euro imposto dalla Germania come un crimine contro l'umanità. Un capestro imposto dai poteri forti, dalle banche e dalle multinazionali. Attacchi che hanno denotato l'incultura della consigliera anche nel campo della macroregione del nord, realtà peraltro già consentita senza strappi dalla Costituzione, ricorrendo agli artt. 116, 117, 119 e 132. Lo stesso Enrico Letta ha affermato che le aggregazioni di tipo macroregionale sono ormai un tema di respiro europeo. A Grenoble si sono riuniti il 18 ottobre scorso diversi stati europei con l'ordine del giorno la "macroregione alpina". Iniziativa a cui ha aderito il governo italiano e che ha visto la partecipazione dei presidenti delle regioni e delle provincie autonome italiane. Un consiglio, signora Castellano, torni a fare la custode di detenuti che ai cittadini ci pensiamo noi! E se dovesse pensare all'Europa, si ricordi degli oltre 20 milioni di morti del regime stalinista. Proprio in questi giorni in Ucraina ricordano le loro 10 milioni di vittime per fame (holodomor).

Tags:
macroregione







A2A
A2A
i blog di affari
Luoghi dell’anima: le “piccole case” di Bruno Messina
di Mariangela Turchiarulo
FSBA: ANNULLATE LE SENTENZE DEL TAR DEL LAZIO
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.