A- A+
Milano

E' finita ai domiciliari in attesa del processo. L'indagata è una maestra elementare di Milano sorpresa a spacciare cocaina nel retrobottega del suo negozio di artigianato: un'attività che la impegnava di sera, fuori dall'orario delle lezioni. La donna, una sessantenne, è stata bloccata in flagrante dalla polizia: armeggiava tra bilancini e buste di cocaina, di cui ha ammesso l'uso personale.

Secondo l'accusa, stava vendendo la droga a una coppia di conoscenti. Durante l'udienza per direttissima, la 60enne - che insegna in una primaria nella zona di via Padova - si è detta preoccupata di perdere il lavoro. Ma il tribunale non le ha concesso di tornare in libertà, e dunque al suo lavoro con i bambini, in attesa del processo.

Tags:
milano






A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.