A- A+
Milano

MARONI - "Abbiamo deciso di finanziare l'investimento per collegare il Terminal 1 e il Terminal 2, mettendoci 30 milioni come Regione Lombardia, perché Malpensa ha la vocazione per diventare un grande aeroporto internazionale. Malpensa può svolgere un ruolo da protagonista sia nel traffico merci che in quello passeggeri." Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, alla presentazione del progetto del prolungamento del collegamento ferroviario dal Terminal 1 al Terminal 2. "Sono qui per testimoniare l'interesse della Regione Lombardia per l'aeroporto di Malpensa e l'impegno della Regione _ ha sottolineato _ per fare sì che Malpensa realizzi la sua vocazione di aeroporto internazionale." "Questa mattina _ ha continuato _ abbiamo visitato i cantieri, il cargo city, il 'terzo terzo' del T1, opere imponenti e impegni imponenti ch! e vanno nella direzione giusta, quella di potenziare l'attrattività delle compagnie aeree, cargo ma non solo. Dopo un momento di sofferenza, dovuto al fatto che Alitalia non ha creduto in Malpensa, facendo un errore, oggi vediamo che la capacità di Malpensa di attirare compagnie e traffico è dimostrata dalla decisione di investire nell'ampliamento dell'area cargo, per farla diventare una delle aree cargo più grande d'Europa, nell'ammodernamento del Terminal 1, che diventerà un'eccellenza nel sistema aeroportuale, nel prolungamento del collegamento ferroviario dal Terminal 1 al Terminal 2. Malpensa può svolgere un ruolo da protagonista sia nel traffico merci che in quello passeggeri, e per questo come Regione Lombardia siamo pronti a dare tutto il possibile sostegno a Sea, anche se non siamo soci di Sea, perché se Sea ha successo allora ha successo la Lombardia". "Vogliamo che la Lombardi! a e tutto il nord abbiano un sistema aeroportuale armonizzato ! e omogeneo, un sistema dove non ci sia la lotta tra i singoli aeroporti che si fanno la guerra e si portano via il traffico a vicenda, vogliamo un sistema aeroportuale che valorizzi la vocazione e la specificità dei singoli aeroporti. Per questo - ha rimarcato il presidente della Regione Lombardia - il nostro sistema aeroportuale deve trovare una dimensione e un'armonizzazione per diventare un volano attrattivo per tutti i territori." "Dobbiamo sfruttare Expo come grande vetrina non solo nel semestre dell'esposizione universale, dobbiamo sfruttare dall'1 novembre 2015 il dopo Expo e questi investimenti che stiamo facendo sono finalizzati a mantenere i benefici di Expo negli anni a venire. Vogliamo utilizzare Expo _ ha concluso Roberto Maroni _ come volano per rilanciare la nostra economia e lo sviluppo del nostro sistema infrastrutturale, dove la Regione gioca un ruolo da protagonista, è uno dei nostri impegni principali."

DEL TENNO - Buone notizie per Malpensa. Lo scalo non solo verrà ristrutturato, ma anche collegato con il Terminal 2. Questi, in sintesi, gli esiti del sopralluogo effettuato stamani dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, affiancato dall'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno, e dal presidente della Sea Pietro Modiano. "Il sopralluogo aveva l'obiettivo di farci rendere conto _ ha detto Del Tenno _ della nuova struttura che sarà la porta d'ingresso per l'Italia e per l'Expo. L'aeroporto sarà completamente ristrutturato e con il collegamento fra i terminal 1 e 2, Malpensa diventerà lo scalo italiano d'eccellenza per quanto riguarda i collegamenti". L'assessore ha spiegato che, in questo modo, si fa un primo importante passo avanti verso la 'chiusura' di un anello infrastrutturale "fondamentale anche per l'alta vel! ocità che consentirà di collegare lo scalo varesino in maniera efficace e veloce". "Regione Lombardia _ ha aggiunto _ non solo crede in Malpensa, ma c'è in tutti i sensi. Stiamo lavorando con il Governo al piano nazionale degli aeroporti; il nostro obiettivo è quello di portare Malpensa fra i big d'Europa. Insieme ce la faremo". Del Tenno ha ricordato lo stanziamento di 30 milioni di euro da parte di Regione Lombardia, che si sommano ai 23 di cofinanziamento da parte della Comunità Europea e ai 16 milioni della Sea. "Per non perdere il contributo economico dell'Europa che ha vincolato lo stanziamento alla realizzazione dell'infrastruttura entro la fine del 2015, il Governo ha comunicato all'Europa il proprio impegno a recuperare i fondi necessari a coprire la restante parte dei costi del progetto". Il collegamento T1-T2 è un'infrastruttura compresa tra! le opere connesse ad Expo e costituisce la prima tratta del p! rogetto "Accessibilità da Nord a Malpensa" compreso tra i progetti strategici di Legge obiettivo e tra le reti Ten-T (Trans European Network-Transport). Il prolungamento del collegamento ferroviario dal Terminal 1 al Terminal 2, attualmente raggiungibile tramite bus navetta dal Terminal 1 oppure tramite autobus da Milano, mira ad aumentare l'offerta di servizi ferroviari di collegamento con Malpensa sia in termini quantitativi che qualitativi. Infine, rappresenta un primo passaggio fondamentale per mettere l'aeroporto di Malpensa in rete con i collegamenti ferroviari nazionali e internazionali. Il progetto definitivo del collegamento tra i due terminal, sviluppato da Sea e FerrovieNord, è articolato in due lotti: lotto 1, sviluppato principalmente dalla Sea, riguarda la progettazione della stazione ferroviaria interrata. Lotto 2, sviluppato da FerrovieNord, riguarda la progettazione del tracciato ferroviario di circa 3,8 km di lunghezza! , in galleria e trincea, e comprende la progettazione degli impianti ferroviari lungo tutto il tracciato e all'interno della stazione al T2. La stazione al T2 è predisposta per il prolungamento della linea ferroviaria a nord, fino alla connessione con le linee esistenti a Gallarate, che rientra nel più ampio progetto di "Accessibilità da Nord a Malpensa" e che consentirà, nel corso del tempo, di chiudere l'anello ferroviario attorno all'aeroporto. Il progetto definitivo è stato approvato dalla Regione Lombardia a ottobre 2012 in linea tecnica ed è stato oggetto di procedura Via regionale. Entro la prossima primavera, se le procedure non subiranno battute d'arresto, si terrà la Conferenza di Servizi ministeriale per l'approvazione del progetto definitivo al quale seguirà la gara per l'affidamento dei lavori. A quel punto, partiti i cantieri, l'opera verrà realizzat! a in 18 mesi e comunque entro dicembre 2015.

Tags:
malpensa maroni







A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.