A- A+
Milano
Caos Milano, tutti contro tutti. Pisapia attacca Maroni. Foto


 

Milano torna lentamente alla normalità. Il Seveso rientra nel suo letto ma scoppiano le polemiche. Il Comune attacca la Regione per non aver avvisato della criticità. Il Pd e Sel rincarano la dose. Maroni invita a evitare strumentalizzazioni ma nel frattempo la Lega se la prende con Pisapia.

Maltempo: Comune Milano, da centro Regione no avvisi criticita'
E' stata colta di sorpresa la citta' di Milano, alle prese da questa notte con l'esondazione del Seveso tuttora in corso. Secondo quanto fatto sapere dal Comune, e' mancata l'allerta da parte del Centro funzionale monitoraggio rischi della Regione Lombardia che aveva diramato un bollettino meteo avvertendo del temporale in arrivo ma corredando la previsione di una valutazione di "moderato rischio", senza particolari criticita'. A dare l'allarme e' stata la Protezione civile questa notte, attivando il dispositivo di emergenza del caso che coinvolge, oltre alla stessa Protezione civile, i servizi idrici, Amsa e polizia locale. Sono quindi stati aperti i tombini e, al momento, sono a lavoro le idrovore: interventi che rischiano di avere scarsi benefici visto che il Seveso non ha smesso di riversare le proprie acque sulle strade milanesi. A complicare il quadro, le piogge ancora previste per il pomeriggio. La situazione e' seguita in strada anche dall'assessore comunale, Marco Granelli.

Maltempo: Pd, Regione non ha dato allerta; Maroni riferisca
E' polemica in Lombardia dopo l'ondata di maltempo che ha colpito la regione e mandato in tilt il capoluogo per l'intera mattinata. "Per quale ragione il Centro funzionale monitoraggio rischi della Regione non ha dato l'allerta, tenendo il livello ordinario per tutto il tempo della piena?", si e' domandato il segretario regionale del Pd, Alessandro Alfieri, intervenuto in Consiglio regionale questa mattina all'apertura dei lavori. Alfieri ha quindi chiesto che "il presidente Maroni venga a riferire oggi stesso in Aula", e a questo proposito Pd e Patto civico hanno depositato anche una mozione urgente. (AGI) Mi4/Dan

SEVESO, Cremonesi (SEL): Perché Regione Lombardia non ha segnalato l'emergenza?
"L'esondazione del Seveso di questa mattina ha provocato danni e disagi enormi per la città di Milano, per i suoi cittadini e tutti coloro che si recano nel capoluogo per lavoro e studio" commenta Chiara Cremonesi, coordinatrice Lombarda di SEL  "Insomma una vera e propria giornata nera". "Il Comune di Milano, che sta operando per far tornare la situazione alla normalità, ha fatto sapere che ieri "non era stato emanato alcun avviso di criticità" da parte del Centro Funzionale Monitoraggio Rischi della Regione Lombardia" continua la coordinatrice lombarda "Un fatto molto grave che avrebbe potuto probabilmente evitare o ridimensionare questa esondazione". "Grazie alla Centrale operativa della Protezione civile e a tutti gli enti (dall'Amsa all'MM, alla polizia locale) si è potuto intervenire per tempo, ma non con quell'anticipo che sarebbe stato necessario" conclude Chiara Cremonesi "Ora chiediamo a Regione Lombardia e a tutte le istituzioni di fare chiarezza sulla mancata segnalazione dell'emergenza che ha impedito l'avvio di più rapide procedure anti-esondazione e di trovare delle soluzioni strutturali con il consenso dei territori interessati".

Maltempo: Regione Lombardia, no a polemiche; agito correttamente
"La Protezione civile della Regione Lombardia stanotte ha attivato tutte le procedure previste dal protocollo. Grazie ai tecnici e ai volontari che sono intervenuti, la situazione sta tornando alla normalita' e siamo riusciti a contenere i danni". Lo ha detto l'assessore lombardo alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, rispondendo alle accuse mosse alla Regione sulla gestione dell'emergenza maltempo. Bordonali ha aggiunto che la Regione si e' impegnata "per intervenire prontamente" e ha "lavorato prima di parlare", mentre "altre persone hanno trovato il tempo di uscire con dichiarazioni polemiche durante l'emergenza".

Maltempo: Lega contro Pisapia, scarica sempre le responsabilita'
Di fronte all'emergenza legata all'esondazione del Seveso e all'allagamento di molte zone di Milano, la Lega Nord punta il dito contro il sindaco, Giuliano Pisapia, accusandolo non soltanto per non aver "risolto l'annoso problema del Seveso", ma anche di non essersi assunto le proprie responsabilita'. "Come sempre quando si tratta di responsabilita' del Comune - ha detto il capogruppo della Lega in consiglio comunale, Alessandro Morelli -, la colpa deve ricadere su Regione, governo, Onu, societa' occulte, marziani, persino i Puffi: tutti - ha chiosato - sono responsabili tranne Pisapia. Malgrado il raddoppio delle tasse a Milano - ha aggiunto - il sindaco non e' stato in grado neppure di approntare un progetto per risolvere l'annoso problema del Seveso". La Lega ha, quindi, chiesto che il sindaco si presenti in Consiglio a "spiegare le sue ragioni". "Pisapia - ha aggiunto Morelli - ci spieghi come sta spendendo i soldi che scippa ai milanesi con le tasse".

LA CRONACA

Milano come Venezia. Così la zona Nord del capoluogo lombardo si è svegliata questa mattina a causa della pioggia caduta ininterrottamente da ieri fino alle prime ore del mattino e che ha provocato l’esondazione del Seveso. La città, soprattutto nella sua parte più alta, non è nuova a questo genere di problemi, ma stavolta l’acqua si è spinta fino al quartiere Isola che confina con la nuova Porta Nuova, cosa che, secondo gli abitanti del luogo, non si vedeva dal 2004: scantinati allegati, viabilità difficoltosa o completamente bloccata, per alcuni l’impossibilità di uscire di casa perché l’acqua, oltre ai negozi, ha invaso anche i cortili interni.

 



Protezione civile regionale, Vigili del fuoco e urbani stanno chiudendo al traffico le vie più colpite e sono al lavoro con le pompe idrovore, ma l’ operazione è difficoltosa sia per la mancanza di corrente sia per la grande quantità di acqua per le abbondanti piogge che, nella notte, si sono riversate sulla città.

IN ARRIVO IL CICLONE GEA: TEMPERATURE A PICCO, VENTO, TEMPORALI FORTISSIMI, GRANDINE E PERFINO NEVE SOPRA I 2000 METRI. LE PREVISIONI

L'atteso maltempo è arrivato anche nel Veneto e sta colpendo, in particolare, Padova e provincia. Sulla zona infatti si sono abbattute 'bombe d'acqua', con allagamenti in alcune strade e qualche blackout. Le perturbazioni si stanno spostando verso est e hanno gia' interessato la provincia di Treviso.

Tags:
milano







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.