A- A+
Milano
Marco Cappato

di Fabio Massa

Dove si schierano i Radicali, nella corsa per la Regione Lombardia? E' una delle questioni sul tavolo, che andrà risolta nel giro di pochi giorni. Il tempo delle decisioni è arrivato. E non è affatto scontato che la compagine di Pannella si schieri dalla parte di Umberto Ambrosoli. Anzi. In un'intervista ad Affaritaliani.it Marco Cappato, consigliere comunale milanese e leader dei radicali lombardi, si esprime molto positivamente su Monti: "Il tentativo in atto al livello nazionale rispetto all'interlocuzione con Monti ha un significato: lui ha posto l'accento sull'economia e sui costi della politica, parlando di conservatori". Albertini? "Non escludiamo di poterlo sostenere". E ancora: "Con Ambrosoli ci siamo incontrati. Ma l'importante è che si impedisca un ritorno al governo di un blocco di potere a trazione leghista"

Marco Cappato, ci si sta interrogando sulla collocazione dei Radicali alle prossime elezioni...
Noi sosteniamo e promoviamo la lista Amnistia, Giustizia e Libertà. E' un progetto anche nazionale, sul quale Pannella ieri si è rivolto a Monti. E' una lsita che pone il problema dell'urgenza del recupero della legalità dello Stato. La stessa lista, con lo stesso obiettivo, la vogliamo promuovere in Lombardia. La questione che si apre è tutta politica, quindi. Quello scopo e quegli obiettivi che reazioni trovano eventualmente dai candidati presidente? Sulla base di questo prenderemo le nostre decisioni.

Lei esclude di avere un candidato presidente? E che magari sia lei?
Non lo escludo. E' un'opzione ovviamente aperta. Ma diventerebbe tutto più difficile. Non c'è una decisione su chi potrebbe essere il candidato. Naturalmente essendo i tempi stretti, c'è una discussione attiva, vivace, in corso.

Esclude un accordo con Albertini?
No. Non lo escludo.

Eppure sono moderati. Voi siete Radicali. Pare una contraddizione in termini.
Noi non diamo un giudizio positivo sulla partitocrazia. Il tentativo in atto al livello nazionale rispetto all'interlocuzione con Monti ha un significato: lui ha posto l'accento sull'economia e sui costi della politica, parlando di conservatori. Per noi i conservatori sono trasversalmente schierati. Noi poniamo anche questioni di libertà civili e altro.

Potrebbe esserci un avvicinamento forte, insomma. E Ambrosoli?
Con Ambrosoli ci siamo incontrati prima delle feste. Il connotato della nostra lista, ai tempi, non era ancora stato definito. Nè da parte sua nè da parte di Albertini c'è stata una presa di posizione. Qui non si parla solo del rapporto con i Radicali, ma delle priorità che questa lista pone. Come è possibile che la legislatura regionale termina, ad esempio, e dopo tre anni non abbiamo ancora una verità sulla truffa delle firme? Ogni progetto di riforma, le agende, i programmi elettorali, si sfasciano contro la paralisi assoluta che l'illegalità pone nello Stato Italiano.

Escludete un accordo con la Lega di Maroni?
Mi sembra che da quella parte ci si faccia addirittura vanto di non seguire un percorso di legalità. Nel momento in cui la stessa legalità europea deve essere distrutta in nome di una cosa pseudopopulista, non è da quella parte che ci possiamo rivolgere. Anzi, certamente nella scelta del candidato presidente da appoggiare, l'utilità di impedire un ritorno al governo di un blocco di potere a trazione leghista per noi è un elemento fondamentale.

@FabioAMassa

Tags:
marco cappato radicali






A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.