A- A+
Milano

GLOBETROTTER - "Negli ultimi giorni faro' il globetrotter, chiudero' la campagna elettorale non solo a Milano ma un po' dappertutto". A dirlo e' il candidato di Pdl e Lega Nord alla presidenza della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che ha parlato della sua chiusura della sua campagna elettorale a margine di un incontro con la Coldiretti regionale. Il segretario federale della Lega Nord, rispondendo ad una domanda sull'ultima settimana di campagna elettorale, ha spiegato: "meno male, non ne posso piu', sono stanchissimo. Ci sono mille impegni al giorno, e' la prima campagna elettorale che faccio cosi' intensamente, mi piace, ma non vedo l'ora che finisca e che si sappia chi vince e chi perde".

TANGENTI - "Le aziende devono combattere il sistema delle tangenti ovunque nel mondo". Se ne dice convinto il candidato di Pdl e Lega Nord alla presidenza della Regione Lombardia, Roberto Maroni, a margine di un incontro con la Coldiretti regionale. Rispondendo ad una domanda dei giornalisti sulle affermazioni di Silvio Berlusconi (che aveva parlato di tangenti all'estero come di commissioni da pagare), Maroni ha affermato: "ha parlato di questo sistema riferito a Paesi terzi, non all'Italia o ad altri Paesi occidentali".

In ogni caso, ha proseguito Maroni, la lotta al sistema delle tangenti "e' una sfida universale" e "va combattuta ovunque". Per Maroni, "gli imprenditori ed i governi degni di tale nome devono combattere questo sistema. Questa e' la mia posizione di intransigenza nei confronti di questo sistema".

NOMINE SANITA' - Nelle nomine della sanita' "deve prevalere il merito e non l'appartenenza politica". Questa l'opinione del candidato di Pdl e Lega Nord alla presidenza della Regione Lombardia, Roberto Maroni, espressa a margine di un incontro con la Coldiretti regionale. "Per fare questo - continua - mi faro' affiancare da societa' che fanno il reclutamento dei dirigenti e, da questo punto di vista, voglio considerare la Lombardia una azienda che ha tutto l'interesse a prendere manager migliori, a prescindere dall'appartenenza politica".

Per il segretario federale del Carroccio, "questo e' stato fatto in larga parte in Lombardia e questo e' il principio a cui mi ispirero': zero appartenenza politica e si premia solo il merito". Infine, Maroni conclude polemicamente: "andiamo a vedere quello che fanno le altre regioni, come Emilia Romagna e Toscana. Le nomine spettano a chi ha il potere di farle".

 

Tags:
maroni campagna






A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.