A- A+
Milano

Il neogovernatore lombardo Roberto Maroni: "Missione compiuta. Questo era ciò che la Lega voleva, questo era il nostro obiettivo strategico in coerenza con la linea politica uscita dal congresso federale riassunta nello slogan "Prima il Nord". Vogliamo realizzare la macroregione, mettendo il Nord prima e mettendolo in grado di essere unito e competitivo con Roma e con Bruxelles. La vittoria in Lombardia è funzionale a questo progetto. Sapevamo che per fare questo dovevamo fare l'accordo con il Pdl e sapevamo che questo ci avrebbe penalizzato sul piano elettorale. Era messo in conto. Siamo riusciti però con questa operazione a realizzare due obiettivi: primo abbiamo salvato la Lega dopo le note vicende. Siamo riusciti a mantenere un consenso elevato, sopra il 4 per cento, che non è stata una cosa facile. E che è comunque superiore ai risultati che la Lega ha avuto nel 2001 e nel 2009. Secondo: abbiamo aperto una fase nuova. La vittoria in Lombardia ci consente di aprire una fase nuova. Dipenderà da noi riuscire a realizzare l'obiettivo della macroregione, con tutto quello che ciò comporta. In primo luogo l'unione delle regioni del Nord per ottenere maggiori vantaggi e benefici al territorio. Mi sono giocato tutto, consapevole che questo sarebbe stato un alto rischio, consapevole della forza che avevamo. Da oggi si volta pagina. Pochi minuti fa mi ha chiamato Umberto Ambrosoli per complimentarsi, è un gesto che apprezzo. Gli ho garantito un rapporto di leale collaborazione tra maggioranza e opposizione". Poi arriva Umberto Bossi, a sorpresa, con il sigaro in bocca. Maroni scherza: "Qui è vietato fumare".

Tags:
maroni missione compiuta







A2A
A2A
i blog di affari
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.