A- A+
Milano
maurizio martina

di Fabio Massa

Maurizio Martina, segretario regionale del Partito Democratico, in un'intervista ad Affaritaliani.it, racconta gli ultimi giorni di campagna elettorale. "Quella di Ambrosoli è una scommessa politica sulla quale ho puntato tutto. Ho rinunciato a un posto sicuro a Roma. Ma vinceremo perché abbiamo lavorato bene". Su Formigoni Martina è durissimo: "E' finito un ciclo politico nel peggiore dei modi. Bersani viene in Lombardia perché da qui parte il cambiamento. Diciamo basta al mix di arroganza e supponenza del presidente della Regione uscente". L'INTERVISTA

Maurizio Martina, torniamo a parlare di Formigoni.
Leggiamo tutti i giorni i resoconti della stampa e per me questi elementi non fanno che ribadire un dato inequivocabile: è finito un lungo ciclo politico. Ed è finito nel peggiore dei modi. Questa Regione ha assolutamente bisogno di cambiare i protagonisti della sua vicenda politica ed istituzionale. Se guardo a questi elementi e guardo alle considerazioni che fa anche il candidato presidente Roberto Maroni mi dico che il tema del cambiamento è ancora più urgente, impellente, profondo.

Che cosa l'ha colpita di più in tutta questa vicenda?
La cosa che ho trovato assolutamente fuori dalle righe, assolutamente sbagliata, è questo atteggiamento arrogante del presidente uscente. Ha sempre mixato l'arroganza, la supponenza con la non comprensione del fatto che in una situazione così delicata, ad esempio, un ruolo come quello di commissario Expo doveva essere lasciato. Questo è un epilogo che la Lombardia non si merita.

Oggi leggiamo anche della consulenza del capogruppo della Lega Stefano Galli, data a suo genero. Quasi 200mila euro a un operaio per valutare l'attività legislativa del gruppo.
E' un erroraccio grave, è una vicenda incredibile. E' incredibile leggere queste cose soprattutto su persone che per anni hanno sottolineato e hanno raccontato una diversità che invece non c'è.

Ambrosoli è al rush finale. E con lui ci sarà Bersani...
Bersani viene in Lombardia già da un bel po'. Prima di tutto perché Bersani è mezzo lombardo: la Lombardia la conosce da anni tanto quanto noi. Ne conosce le realtà più provinciali e gli aspetti più importanti, dal punto di vista economico, sociale, imprenditoriale. Torna oggi per visitare i comuni terremotati del Mantovano. Poi sarà domenica in piazza Duomo alla grande manifestazione. Tornerà ancora il 19. Penso che sia compreso il fatto che la partita si gioca qui, e che questa è una partita nazionale. Con Bersani e Ambrosoli noi siamo nelle condizioni di far fare un salto in avanti alla Lombardia e al Paese.

Ambrosoli è anche una scommessa politica.
Assolutamente sì.

Un suo successo o un suo insuccesso determinano il successo o l'insuccesso di un'idea politica, quella che ha portato avanti lei.
Assolutamente sì. Senza mezze misure penso che sia così. Sono convinto che noi vinceremo perché abbiamo lavorato tanto e bene in questi mesi.

I sondaggi parlano di un testa a testa.
Sì, però penso che ci sia un clima e una disponibilità al cambiamento, un riconoscimento del valore della candidatura di Umberto Ambrosoli e del progetto che abbiamo messo su con il patto civico.

Maurizio Martina ha rinunciato a un posto sicuro a Roma. Se la gioca come tutti con le preferenze. In più scommette su Ambrosoli, che è in un testa a testa e non in una gara nella quale parte da favorito.
E' una cosa che la gente mi fa presente. Io rispondo che sono assolutamente convinto di aver fatto la scelta giusta. Sono certo che noi daremo la svolta nazionale dalla Lombardia. In realtà in questo passaggio avere scelto di contribuire totalmente alla sfida lombarda è un modo utile per cambiare il Paese. Mi sembra che ci siano le condizioni per fare una cosa che segnerà la storia politica d'Italia e della Lombardia.

@FabioAMassa

Tags:
martina pd ambrosoli






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.