A- A+
Milano

Roberto Formigoni non e' presente nell'aula dove ha preso il via l'udienza preliminare in cui e' imputato per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione nell'ambito della vicenda Maugeri. L'udienza e' stata sospesa dopo pochi minuti perche' Pierangelo Dacco', l'uomo d'affari gia' condannato in appello a 10 anni di carcere per il crac del San Raffaele, ha chiesto di poter essere in aula e bisognera' quindi andarlo a prendere nel carcere di Bollate e portarlo in Tribunale. Sono presenti l'ex direttore generale della Sanita' in Regione Carlo Lucchina e Nicola Sanese, storico segretario del 'Celeste'.

Gli imputati sono 17, cinque dei quali hanno presentato istanza di patteggiamento. Hanno depositato richiesta di costituirsi parti civili la Regione Lombardia e l'Agenzia delle Entrate, quest'ultima solo per i reati di natura fiscale. Secondo l'accusa, la Fondazione Maugeri avrebbe ottenuto negli anni rimborsi indebiti per prestazioni sanitarie, per circa 200 milioni di euro, attraverso una quindicina di delibere della Giunta regionale. Parte di quei soldi, 61 milioni, sarebbero stati distratti dalle casse della Maugeri tramite Dacco' e Antonio Simone, ex assessore alla Sanita' lombarda. In cambio delle delibere, Formigoni sarebbe stato ripagato con benefit di lusso per 8 milioni: viaggi, vacanze, anche su tre yacht, un maxi - sconto su una villa in Sardegna.

Nell'ambito dell'udienza preliminare sulla vicenda Maugeri, i legali che rappresentano l'Agenzia delle Entrate hanno chiesto a 5 imputati, nell'atto di costituzione di parte civile, di risarcire al fisco 31 milioni di euro per "danni morali e patrimoniali". Tra loro, ci sono l'uomo d'affari Pierangelo Dacco' e l'ex assessore alla Sanita' del Pirellone Antonio Simone. La richiesta riguarda solo gli accusati anche di reati fiscali e non, quindi, Roberto Formigoni, che risponde di associazione a delinquere e corruzione.

L'udienza e' stata rinviata al 25 ottobre prossimo perche' non e' stato possibile, a causa di un disguido burocratico, portare dal carcere di Bollate al Tribunale di Milano Dacco', che aveva chiesto di essere presente in aula.

Tags:
maugeri formigoni







A2A
A2A
i blog di affari
Caso MPS, ragionevoli le condizioni poste da Unicredit per l’acquisizione
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Vaccini, a settembre in arrivo la terza dose: strumento della nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.