Il mercoledì da leoni

di Raffaello Tonon

A- A+
Il mercoledì da leoni
Corona? La legge va rispettata. E Vittoria Ferragni si guardi alle spalle
(fonte Lapresse )

1- la Repubblica, 23 marzo 2021
"Fabrizio Corona trasferito dall'ospedale al carcere di Monza.
 La decisione in tarda serata, Corona era nel reparto di psichiatria di Niguarda da dieci giorni, per gesti di autolesionismo avvenuti quando lo stavano portando in carcere per la revoca dei domiciliari".


Commento di Tonon
Dura lex, sed lex, l’avvocato Chiesa ha dichiarato che in trentacinque anni di attività non ha mai visto condurre nessun detenuto in carcere di notte.
Ha ragione. Pare banale ribadire, ma è meglio farlo, che la legge va rispettata. Corona non ha affatto rispettato la legge e probabilmente non ha scontato la pena nella maniera dovuta. Non aver rispettato la legge è imputabile a lui, non aver scontato adeguatamente la pena è imputabile a tutto il sistema giudiziario e carcerario, limitare la libertà ha un solo scopo quello di rieducare e reinserire il reo nella maniera migliore nella società civile. Nello specifico era dovere di chi aveva in consegna Corona capire che andava curato (ci sono fiumi di inchiostro, dei periti, che accertano la sua malattia psichica). La fisarmonica che gli è stata riservata con l’apertura delle porte del carcere e poi la successiva chiusura, più volte, ha avuto un esito palesemente negativo. Allora? La giustizia ha fallito lo dimostra il fatto che per evitare clamori il reporter è ritornato in carcere di notte non come un detenuto, ma come un ladro che ruba con il favore delle tenebre e deve essere ancora giudicato. Detto ciò, per questo caso, pare sia arduo avere un giudizio positivo di chi ha giudicato.


2 - TgCom24, 24 marzo 2021
"Milano, notte di terrore per un 31enne: sequestrato e picchiato per avere il pin del bancomat
Arrestati due italiani e due marocchini di età comprese tra i 23 e i 35 anni: hanno prelevato i contanti fino al tetto massimo giornaliero della carta, pari a 1.800 euro"


Commento di Tonon
Dai tempi di Arsenio Lupin conosciamo il “mestiere” del ladro: rapinatore, scassinatore o semplice borseggiatore.
Anche la categoria dei criminali paradossalmente ha dei livelli più o meno “nobili” legati soprattutto a film, racconti, addirittura alle fiabe, si pensi a Robin Hood, purtroppo i nuovi ladri sono di una categoria sempre più bassa. Leggendo la notizia, un giovane viene tenuto in ostaggio e terrorizzato per una notte intera per un importo di 1.800 euro, tutto va a peggiorare e il nome della causa è solo uno: PANDEMIA.
La situazione è irrimediabilmente destinata ad acutizzarsi non solo per quanto riguarda la criminalità di strada ma anche molto altro: l’usura e tutto ciò che concerne la criminalità organizzata ben più scaltra e spietata di quella di strada. Complice la crisi manca totalmente la rete di protezione sociale, cosicché i delinquenti saranno ancora più delinquenti e i disperati potenziali fuori legge.
Se lo stato non sarà in grado di sostenere tutta la società ci sarà un peggioramento della sicurezza sociale non solo causata da affamati borseggiatori o semplici topi da appartamento ma anche dai clan pronti ad espandere la rete dell’illecito avviluppando cittadini per bene in difficoltà siano essi imprenditori o giovani padri di famiglia disoccupati.
Occorrerebbe che i cittadini tutti potessero correre verso i centri vaccinali e verso le banche per incassare aiuti tangibili. Lo start per questa maratona lo può dare solo lo stato. Chi ha fede preghi.


3 - Affaritaliani.it Milano, 23 marzo 2021
"E' nata Vittoria, la figlia di Chiara Ferragni e Fedez
Chiara Ferragni e Fedez di nuovo genitori, è nata la piccola Vittoria"


Commento di Tonon
Gli organi di stampa si sono tinti di rosa facendo scorrere fiumi di inchiostro nero per annunciare l’arrivo di Vittoria Lucia Ferragni. Già prima che nascesse la piccola ha fatto scalpore; la madre ha annunciato la volontà del doppio cognome per sradicare l’idea patriarcale e suo malgrado ha creato diverse polemiche che non sposo minimamente ha ragione l’astuta Ferragni. In queste ore non mancano commenti positivi e messaggi al caramello così come attacchi con panegirici di etica e morale che personalmente ritengo degni dei miei stivali. Basta.
Un plauso grande va a papà Federico che si commuove in rete, ormai siamo abituati a tutto, alla genialità imprenditoriale della mamma che la ritrae subito dopo il primo bagnetto con la di lei collezione New Born, probabilmente mira a un grande fatturato. Non ne vedo la colpa.
Mi sovvengono al contrario quei genitori che bighellonano tutto il giorno e lasciano i figli in stato di indigenza senza soldi e senza affetto.
I Lucia Ferragni bravi e beati hanno entrambi. Spero che i due giovani continuino a insegnare con l’esempio, ai figli, a condividere la fortuna (meritata) come hanno fatto in passato con gesti concreti. Auguro a Vittoria di imparare a cantare o imparare a farel’imprenditrice o a imparare ad essere felice ma soprattutto di imparare a guardarsi alle spalle perché è nata in un paese dove la ricchezza e la fama non sono perdonate, tan meno se ricevute in eredità.

Commenti
    Tags:
    mercoledì da leoni
    Loading...

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Da Ceferin (Uefa) a Grillo, l’uso corretto o no del web
    Di Ernesto Vergani
    Localitour d'Autore by Jalisse incontra RADIO ANTENNE ERRECI
    Ricci Fabio
    Ddl Zan, ecco perchè è un grave tentativo di imporre il pensiero unico


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.