A- A+
Milano

Milano non rinuncia a prendersi cura di sé. Crescono infatti dell'1,3% in un anno le imprese dei servizi alla persona, tra centri benessere, palestre, discoteche e ristoranti. Sono circa 36.600 le attività del comparto in provincia di Milano, tra imprese di alloggio e ristorazione (quasi 16.700), servizi domestici (14.725) e servizi per il tempo libero (5.215). In un anno crescono soprattutto le imprese di alloggio e ristorazione, +3,2%, in particolare i campeggi e gli alloggi per soggiorni brevi (+13,7%), le attività di mense e catering (+9,1%) e quelle di ristorazione (+3,5%). Bene anche i bar (+3,1%), le discoteche (+2,6%), le palestre (+2,4%) e le attività di registrazioni ed edizioni musicali (+1,9%). Arretra invece il noleggio di beni per uso personale e per la casa (-8%), soprattutto il noleggio di videocassette, dvd e cd (-16,2%). Emerge da un'elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese al primo trimestre 2013 e 2012. Nella provincia di Milano, al primo trimestre 2013, sono attive nel settore dei servizi alla persona 36.594 imprese, pari al 12,9% del totale delle imprese milanesi attive (nel 2012 era il 12,7%).

Ristorazione e alloggi. Le attività di ristorazione e di alloggio sono cresciute tra 2012 e 2013 del 3,2%. In particolare, i campeggi e le altre forme di alloggio più economiche registrano una crescita del 13,7% e crescono anche le attività di mense e catering (+9,1%) e quelle di bar ed esercizi simili (+3,1%, +250 imprese). I ristoranti passano da 6.664 imprese a 6.895, con una crescita annuale del 3,5% pari a 231 imprese attive in più.Il settore, che comprende le attività collegate al turismo e allo spettacolo, lo sport e le attività ricreative in genere, tra 2012 e 2013 diminuisce del -1,4% e registra 5.215 imprese attive. Crescono però le palestre (+2,4%) e le discoteche (+2,6%). In calo la produzione cinematografica e video (-5,5%) e la programmazione e trasmissione radio e tv che registra -4,1%.

Servizi domestici. Complessivamente il settore si conferma stabile rispetto all'anno precedente (+0,2%), con diminuzioni sensibili dei comparti delle imprese di noleggio beni per uso personale e per la casa (-8%), trainate dal noleggio videocassette, dvd e cd che perde in un anno il 16,2% delle imprese attive. Positivi gli andamenti delle attività generiche tra cui i parrucchieri (+1%) mentre per la prima volta dopo anni diminuiscono le imprese attive come centri benessere (-3,2%).

Tags:
milano







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.