A- A+
Milano
Milano rischia di perdere l'Hockey: "Ghiaccio costoso, andiamo a Torino"
Fonte: hockeymilano.it

di Fabio Massa

Alla fine l'Hockey Milano potrebbe lasciare Milano. E magari preferire la Mole alla Madonnina. Perché nella metropoli che si prepara all'Expo c'è pure questo incredibile paradosso. "Dopo il fallimento dei Vipers - racconta ad Affaritaliani.it il vicepresidente Tiziano Terragni - abbiamo scelto di retrocedere in A2. Poi siamo tornati nella massima serie. Ma adesso facciamo fatica ad andare avanti". E l'ipotesi è quella di lasciare Milano. "Attualmente noi giochiamo presso lo stadio di via Dei Ciclamini che si chiama Agorà. La struttura è del Comune, mentre l'Agorà è il concessionario - racconta Terragni - Il problema è che l'impianto è dell'inizio degli anni '90, e abbisogna di una ristrutturazione importante". Ma è soprattutto un problema di soldi. "Sì, perché noi il ghiaccio lo paghiamo molto di più rispetto ai nostri competitor. Stiamo parlando di cifre che arrivano anche al doppio - spiega Terragni - Per altre squadre intervengono gli enti regionali e comunali. Per noi no. Anzi, dico di più: il 25 per cento del nostro budget è speso per affittare il campo. E dire che facciamo anche una attività sociale".

Quindi, c'è l'ipotesi Torino. "Diciamo che a noi il contratto scade il 30 aprile. Se entro questa data non ci sarà un accordo che possiamo onorare, cercheremo altre soluzioni - spiega Terragni - Noi non chiediamo il ghiaccio gratis, e non ce l'abbiamo con chi gestisce lo stadio. Noi vogliamo pagare il giusto. Altrimenti come possiamo andare avanti? L'amministrazione deve difendere un'attività che dà la possibilità di giocare a 130 ragazzi solo nel settore giovanile".

Contattata da Affaritaliani.it l'amministrazione di Milano risponde con l'assessore allo Sport Chiara Bisconti: "Il Comune farà di tutto per mantenere a Milano l'Hockey. Stiamo ragionando con il concessionario Agorà - spiega l'assessore - Certo è che l'idea di fare un nuovo palazzetto non si può portare avanti da soli. L'unico modo è di coinvolgere Provincia e Regione per la realizzazione di una struttura in un luogo dell'area metropolitana". Ormai il tempo stringe, e Milano rischia grosso: un'eccellenza potrebbe lasciare la Madonnina e preferire la Mole.

@FabioAMassa

Tags:
hockey milano







A2A
A2A
i blog di affari
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il Green pass crea una categoria di cittadini di seconda classe
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il redditometro viola i diritti dell'uomo: la denuncia di PIN


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.