A- A+
Milano
Milano, sgomberati due centri sociali, è guerriglia urbana

Le forze dell'ordine stanno sgomberando i centri sociali 'Rosanera' e 'Corvaccio', situati in via Ravenna a Milano, zona Corvetto. Alcuni degli occupanti sono saliti sul tetto del civico numero 30. Nella giornata di ieri i carabinieri avevano effettuato tre perquisizioni a carico di due donne indiziate per il blitz antagonista nella sede del Pd di via Mompiani, poco distante dai due centri sociali, ma la loro identita' e' ancora ignota e al momento non e' possibile stabilire se le due indiziate siano legate ai centri sociali in fase di sgombero.

Cariche delle forze dell’ordine e lancio di fumogeni, martedì mattina a Milano, nel corso di uno sgombero del centro sociale «Corvaccio squat» e dello spazio occupato «Rosa nera», in via Ravenna e via Pomposa, zona Corvetto, periferia sud della città. Gli agenti hanno anche lanciato lacrimogeni, gli antagonisti pietre e incendiato cassonetti. Alcuni antagonisti sono saliti sul tetto per opporsi allo sgombero.

Tags:
milano







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.