A- A+
Milano
Milano: minacce in rete a Zini, ristoratore si-vax

Milano: minacce in rete a Zini, ristoratore si-vax

L’unica fiammata che ha acceso questa campagna elettorale andrebbe dimenticata subito. Manco a dirlo sono scesi in campo, producendo una miscela tossica, i leoni da tastiera e i no-vax. E’ capitato al candidato dei Riformisti per Sala, esponente di spicco dei commercianti milanesi nonché ristoratore al quartiere Isola, Alfredo Zini, di difendere le ragioni del green pass e del vaccino, durante una trasmissione di Telenova.

Dopo qualche ora hanno iniziato a bombardarlo sui social con insulti e minacce. Al punto che, dopo un paio di giorni di frasi irripetibili Zini è andato dai Carabinieri, al comando provinciale di Milano, per sporgere denuncia. Perché non è bastata la pandemia a mettere in ginocchio gli esercenti, ora sono scesi in campo (e purtroppo anche per strada) degli sconsiderati che credono di far politica con le minacce. Ma i Carabinieri e la Polizia postale vigilano.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    minaccereteziniristoratorevax






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Zaino sospeso: l'iniziativa continua
    Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
    Angelo Andriulo


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.