A- A+
Milano

 

La storia/ Così Aldo Coppola ha cambiato la "testa" alle dive

 

aldo coppola  3CON PAOLA BARALEGuarda la gallery

 

 

Aldo Coppola, l’hair stylist milanese famoso nel mondo, è morto nella notte tra mercoledì e giovedì nella sua casa di Milano. A riferire la notizia, un rappresentante della famiglia. Coppola aveva 73 anni.

Nel mondo della moda era una vera e propria star. E' stato il fondatore e il direttore creativo della società che porta il suo nome, famosa nel mondo per l'hair styling, e protagonista internazionale di campagne di moda, di acconciatore di divi, di copertine di magazine.

Aldo Coppola inizia a 12 anni a lavorare nel salone del padre, mentre frequenta l’accademia Unasas, dove impara la storia del costume dell’acconciatura. Sono gli anni 50. A quindici anni è nominato maestro d’arte e vince il campionato italiano dell’acconciatura femminile.

Nel 1961, Biki (Elvira Leonardi Bouyeure, stilista italiana celebre tra gli anni 50 e 60) lo chiama per pettinare le modelle che avrebbero sfilato a Palazzo Pitti, a Firenze. Inizia una stretta collaborazione con L'Oréal e apre tre saloni a Milano: in Via Manzoni (la sede storica), poi San Babila e via Mascheroni.

Coppola, come racconta la sua biografia ufficiale sul sito, amava rammentare i tempi in cui non esistevano i becchi d’oca e si usava la retina per asciugare i ricci fissati con le forcine. Molte idee gli ronzavano continuamente in testa: sentiva un costante stimolo a inventare pettinature da sogno, che divennero famose a partire dai primi Anni Settanta grazie alla collaborazione con i settimanali femminili.

Nel 1991 apre il primo salone progettato da Philippe Starck in corso Garibaldi a Milano, che diventa anche un riferimento per il design, visitato da giornalisti architetti da tutto il mondo, oltre che essere negozio pilota per tutti i nuovi saloni Aldo Coppola.

Nel 1992 presenta sul mercato il sistema di franchising che attualmente conta più di 50 affiliati in tutta Italia. L'anno seguente inizia la realizzazione della sua Accademia che oggi ha sede a Milano e Mosca e il cui direttore artistico è Adalberto Vanoni.

Tags:
aldo coppola







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.