A- A+
Milano
Nel Pd scoppia il caso Majorino: "Non si può tirare per la giacchetta Renzi"

di Fabio Massa

L'assessore democratico Pierfrancesco Majorino, sui profughi, attacca da mesi. Prima Monti (che era uguale a Berlusconi). Poi Letta (che era uguale a Monti che era uguale a Berlusconi). E adesso è arrivata la volta di Renzi. Con tanto di scambi di insulti con Salvini. "Sei un infame", dice Majorino. "E tu un cretino", replica il segretario leghista. Ora nel dibattito entra anche il Partito Democratico. Il segretario regionale Alessandro Alfieri ad Affaritaliani.it: "Majorino contesta Renzi? Sono temi delicati, se ha bisogno di aiuto per risolverli nelle sedi istituzionali noi ci siamo". Il segretario metropolitano Pietro Bussolati rincara: "Ha ragione sul tema, ma sbaglia obiettivo. Non si può tirare la giacchetta a Renzi dai profughi a Genny 'a carogna". LE INTERVISTE DI AFFARI

L'INTERVISTA AD ALESSANDRO ALFIERI

Segretario Alfieri, Majorino attacca Renzi. Lei è un renziano doc...
Voglio fare una premessa: con conosco quali siano le inadempienze del Governo. Sono temi delicati. Di certo non li affronterei via Facebook. Detto questo, passando a Salvini, le sue frasi lasciano il tempo che trovano. Noi combattiamo ogni giorno la Lega in consiglio regionale. Combatto la Lega dura e pura in provincia di Varese da anni. Adesso hanno preso una deriva becera perché hanno capito che sono chiusi dal M5S: l'unica soluzione per loro è la deriva xenofoba. Maroni dovrà scegliere se stare alla testa di una Regione come la Lombardia o seguire Salvini.

Torniamo ai profughi.
Mi sembra un tema delicato, lo affronterei con i rappresentanti del governo. Se ci sono cose che non vanno le affrontiamo nlle sedi istituzionali: io sono abituato così.

Questo dei profughi è il secondo scontro dopo quello sulla sanità. C'è qualcosa che non va tra il partito e Majorino?
Bisogna chiedere a lui se c'è qualcosa che non va. Il tema della presenza dei siriani è delicato: c'è la protezione umanitaria, l'asilo. Avrà avuto le sue buone ragioni se ha detto quel che ha detto. Io dico solo che se ha bisogno di una mano noi siamo a disposizione. Il partito fa questo lavoro qua.

A lei Majorino ha mai chiesto aiuto?
Di questi temi con lui non ho mai parlato. Ma so che un rapporto quotidiano con i nostri riferimenti a Roma c'è. Per quanto riguarda la sanità, oggi presentiamo in direzione regionale il progetto di riforma sanitaria regionale.

Chiederete che sia attribuita la competenza ai comuni?
No, assolutamente. Ma vogliamo che ci sia un maggior protagonismo degli enti locali, con parere vincolante per i piani sociosanitari. Più protagonismo ai territori, questo è il nostro obiettivo.


L'INTERVISTA A PIETRO BUSSOLATI

Segretario Bussolati, Majorino attacca Renzi. Che cosa ne pensa?
C'è un tema sul quale Majorino ha ragione: il modello di accoglienza che noi vogliamo avere. Non è possibile pensare che siano i comuni a gestire i profughi se continuiamo a tagliare i fondi. Nel riordino amministrativo bisogna trattare questa vicenda. Ha ragione su questo. Noi oggi chiederemo al sottosegretario Manzione di venire a Milano per confrontarsi con la giunta.

L'assessore Majorino ha chiesto aiuto al partito?
Sì, tanto che oggi noi lanceremo una sottoscrizione volontaria tra gli iscritti per l'emergenza. Però sbaglia indirizzo rispetto al ruolo del governo perché il tema è l'Europa. E' il regolamento di Dublino che va modificato. Questa è parte della sfida delle Europee. Non è che possiamo tirare la giacchetta a Renzi dai profughi siriani a Genny la carogna.

Intanto Alfano oggi è a Milano.
Gli chiediamo di impegnarsi in accordi bilaterali con i Paesi europei: faccia un tour delle capitali europee per favorire il ricongiugimento familiare.

@FabioAMassa

Tags:
pd majorino







A2A
A2A
i blog di affari
Il Green pass crea una categoria di cittadini di seconda classe
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il redditometro viola i diritti dell'uomo: la denuncia di PIN
Green pass obbligatorio, infame pratica ideologica e non scientifica
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.