A- A+
Milano

di Roberto Biscardini,
consigliere comunale socialista

Tra le tante cose che non convincono, non voterò mai un bilancio nel quale ci sia, ancorché sottesa, la proposta di fondere ATM con Trenord.
Non voglio essere complice di far perdere ai milanesi la storica azienda dei trasporti, per metterla nelle mani delle FS. Infatti, non si capisce per quale ragione dovremmo consegnare il trasporto pubblico urbano ad un azienda che ogni giorno è su tutte le pagine dei giornali per l’incapacità di garantire un servizio efficace ai pendolari della nostra regione. Peraltro, il trasporto urbano nelle mani di Trenerd, azie nda monopolistica per eccellenza,  costerà ai milanesi sempre di più e sarà sempre peggio. Altro che far credere che la fusione è l’unica soluzione per evitare l’aumento dei biglietti. La giunta ha prima approvato un ingiustificato aumento delle tariffe, poi si è messa a criminalizzare i progetti delle nuove metropolitane, salvo non progettarne di nuove, e adesso ci inventiamo la fusione di Atm con Trenord. Sulla politica dei trasporti è arrivato il momento di un operazione verità, così non si va avanti.”

Tags:
fusione trenord
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.