A- A+
Milano
Non c'è dg per Infrastrutture Lombarde: sotto la lente gli esaminatori di cv. Inside

di Fabio Massa

Ancora nessun direttore generale per Infrastrutture Lombarde. Pare proprio - stando a rumors di Affaritaliani.it - che non ci sia pace per la società un tempo guidata da Antonio Rognoni, l'ex dg finito in manette e ora agli arresti domiciliari. La nomina del suo successore sarebbe dovuta arrivare il 9 maggio, in occasione del primo consiglio di amministrazione. La Regione, infatti, aveva lanciato un bando per individuare la figura "giusta" già il 25 marzo. Poi, il 14 aprile, aveva proceduto a costituire un gruppo "tecnico" per la valutazione dei curriculum vitae pervenuti (98 cv). Il gruppo ha concluso il lavoro il 30 aprile. Eppure, stando a indiscrezioni del Palazzo, la nomina non arriverà dopodomani ma dovrebbe slittare anche di quindici giorni. La motivazione è semplice: pare che la presidenza voglia vederci chiaro sui criteri con i quali sono state eliminate alcune candidature. Sotto "indagine" ci sarebbero le decisioni prese da Mario Nova (coordinatore del gruppo e dg Ambiente ed Energia), Claudio Generoso (presidente del gruppo) e i membri Luigi Nardo Battaini, Davide Grandi, Laura Protasoni e Davide Quaglia.

Sulla stampa è trapelato il fatto che tra gli esclusi ci sarebbe l'ex ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro. Ma non sarebbe l'unico nome "eccellente". Pare infatti che pure Umberto Regalia, già direttore generale di Pedemontana, sarebbe stato lasciato fuori. Per la serie: personalità "buone" per gestire un ministero alle Infrastrutture, o per guidare un'opera miliardaria, ma senza i titoli per entrare a far parte della selezione finale di una società regionale. Chi invece sarebbe in lizza e avrebbe ancora chance di entrare, seppur in una situazione ovviamente molto confusa, è Antonio Acerbo, ex direttore generale del Comune di Milano dopo l'addio di Giuseppe Sala, oggi commissario delegato alle Opere Infrastrutturali di Expo 2015. In gara anche Giovanni Michiara, direttore generale del Fatebenefratelli ed ex dg dell'ospedale di Garbagnate. Se per Ilspa quindi bisognerà aspettare ancora, pare i tempi siano più rapidi per il "bando lampo" di Arca, la centrale acquisti regionali: la nomina dovrebbe arrivare nel giro di un paio di giorni.

@FabioAMassa

Tags:
direttore generale infrastrutture lombarde







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.