A- A+
Milano

Il 2012 è stato un anno difficile per l'economia italiana e milanese e le spese per le feste ne hanno risentito, ma non per tutti. Accanto infatti al 41,5% dei milanesi che dichiara di aver speso meno quest'anno rispetto all'anno scorso (tra cui il 22% molto di meno), c'è quasi un terzo (il 30,1%) che ha aumentato le proprie spese (e di questi il 7,3% in modo rilevante). Un dato simile si riscontra anche tra i romani (43,1% di persone che hanno tagliato su spese e addobbi rispetto al 28,6% che registra un aumento) e agli italiani (diminuzione: 42,2%; aumento: 28,2%).

Ma quali sono le aspettative dei milanesi (e degli italiani) per la situazione economica del 2013? Se continua a prevalere lo scetticismo (il 49,1% dei milanesi èpessimista), in fondo al tunnel emergono dei segnali di luce. I milanesi ottimisti per il futuro della situazione economica toccano infatti il 39,2%, un dato decisamente superiore a quello italiano (32,2%) e dei romani (28,8%), anche se continua a persistere la paura di un peggioramento dello spread (per il 74,4% dei milanesi), il vero incubo degli italiani nel 2012. Le preoccupazioni per l'economia si ripercuotono anche a livello personale, tanto che quasi tre milanesi su quattro (72,8%), forse anche in modo scaramantico, dichiarano che il nuovo anno sarà peggiore rispetto a quello appena trascorso per quanto concerne la sfera privata, un dato simile rispetto ai romani (73%) e al dato nazionale (73,9%).

Ma anche qua i milanesi vedono un po' più rosa, dato che chi si aspetta un 2013 migliore arriva al 22,7% (rispetto al 19,5% dei romani e al 19,2% del dato nazionale). Sono questi i dati che emergono da una ricerca della Camera di Commercio di Milano, in collaborazione con Voices from the blogs, spin-off dell'Università degli Studi di Milano (http://voicesfromtheblogs.com), su oltre 250 mila tweet analizzati dal 1 al 24 dicembre postati da utenti italiani (di cui 68 mila da milanesi e 43 mila da romani).

Tags:
nuovo annomilanesi ottimisti






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.