A- A+
Milano

“Il sesto continente” è una spettacolare esposizione organizzata dal Centro Commerciale Oriocenter in collaborazione con Cracking Art Group, che avrà luogo fino a novembre 2014. La coloratissima installazione segna            il ritorno della Cracking Art a Oriocenter dopo il grande successo di “Una mostra bestiale”, realizzata nel 2007.

Oltre 7.000 sculture in plastica di grandi dimensioni che riproducono sette specie             di animali (chiocciole, rane, suricati, lupi, rondini, pesci angelo e stelle marine)        creeranno all’interno dello shopping center un momento di intrattenimento di             grande impatto visivo ma anche di forte sensibilizzazione per il pubblico, come            nella tradizione di questo movimento artistico. “Il sesto continente” affronta il tema dell’arte come forza rigenerante utilizzando due diversi approcci: “la rigenerazione     del pianeta attraverso l’arte” e “la rigenerazione dell’arte attraverso l’arte”.

L'iniziativa, stamane, è stata presentata da Philippe Daverio, noto storico dell’Arte, presso Villa Necchi Campiglio a Milano durante  alla quale hanno preso parte tra gli altri:

Cristina Cappellini, Assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia
Alessandro Colletta, Sindaco di Orio al Serio
Leonio Callioni, Assessore alle Politiche Sociali e Pari Opportunità del Comune di Bergamo
Georg Ruether e Rolf Stiel, di Commerz Real, il fondo tedesco che detiene la proprietà di Oriocenter
Giacomo Torriani, Asset Manager di Oriocenter e Amministratore Unico Stilo Retail
Giancarlo Bassi, Presidente del Consorzio Operatori Oriocenter
Ruggero Pizzagalli, Direttore di Oriocenter
Ermanno Canali, Presidente Canali&C
Renzo Nucara, Artista Cracking Art


Philippe Daverio: "il mio primo incontro con gli artisti della Cracking Art è avvenuto nel lontano 1995, quando ero assessore alla cultura del comune di Milano.  La Cracking Art rappresenta un modo di offrire una seconda vita ai materiali che sono diventati rifiuti. Il primo modo di fare raccolta differenziata, attraverso un intervento etico che diventa un gioco ludico. Il centro commerciale di Orio Center evoca un mercato del 500 dove alla vita commerciale si aggiunge la vita sociale che diventa vita estetica che gli artisti della CA hanno vestito, donando ad  ogni luogo un linguaggio immediato e colorato. Animali che trasformano l'edificio in un totem della comunicazione e un centro commerciale in una galleria d'arte dove ogni angolo racconta una storia"

George Ruether: direttore Real Estate Markets Shopping-Commerz Real "in questo progetto ho imparato l'uso del riciclo che diventa arte. In Germania non conosciamo questa tecnica. I valori di questo progetto sono:
1) recupero della plastica
2) l'utilizzo di un luogo di grande richiamo di persone (Orio Center rappresenta in centro commerciale più grande d'Europa)
3) arte che rigenera arte
4) arte che rigenera il pianeta.

L’esposizione vuole favorire la diffusione delle tematiche legate all’ambiente e all’ecosostenibilità: all’interno di Oriocenter le specie animali vengono ospitate e     protette dai mutamenti climatici e dalle attività inquinanti dell’uomo. Ogni animale racconta la sua storia e lancia un messaggio di sensibilizzazione. I visitatori di     Oriocenter sono invitati a firmare una petizione sul sito www.ilsestocontinente.it, chiedendo alla Direzione del Centro di non allontanare gli animali dalla galleria.              In palio per i partecipanti ci sono numerosi buoni shopping.

“Il sesto continente” e i suoi simpatici “ospiti” vi aspettano per vivere un’esperienza davvero unica che emozionerà sia gli amanti dell’arte contemporanea che i visitatori        di tutte le età, con un forte messaggio di speranza per il futuro del nostro pianeta.

Il Cracking Art Group è composto da Renzo Nucara, Marco Veronese, Carlo Rizzetti, Alex Angi, Kicco e William Sweetlove. Sin dalla nascita del movimento nel 1993              i sei artisti hanno operato una trasformazione nel mondo dell’arte attraverso un forte impegno sociale e ambientale, unito a un rivoluzionario uso di materiali plastici che evocano una stretta relazione tra naturale e artificiale.
Negli ultimi anni, il Cracking Art Group ha realizzato diverse installazioni di    Regeneration in piazze, monumenti, musei e centri commerciali, portando l’arte contemporanea a confronto con l’arte antica e monumentale. www.crackingart.it

 

Tags:
oriocenter







A2A
A2A
i blog di affari
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.