A- A+
Milano
la padania
 
 

di Fabio Massa

La Padania e Radio Padania Libera, prime grane per il prossimo segretario federale della Lega Nord. Il cdr del quotidiano "verde" ha infatti già utilizzato il primo del pacchetto di sei giorni di sciopero, a seguito dell'incontro con l'amministrazione. In questa riunione sono stati prospettati tagli di 10 unità all'organico redazionale attualmente quantificato in 22 giornalisti. Insomma, si apre la procedura di mobilità per 10 giornalisti. La notizia ha indispettito non poco i vertici del Carroccio prima di tutto per la tempistica con la quale si è verificata: a ridosso del voto per il nuovo segretario del Carroccio la mossa dell'amministrazione della Padania pare quantomeno incauta. Anche se secondo fonti di Affari la scelta sarebbe stata obbligata per motivi tecnici.

A questo punto occorre capire quali saranno gli sfortunati che perderanno il posto di lavoro. Fin da subito la paura dei giornalisti era che sarebbero stati salvaguardati i dirigenti politici. Tuttavia, secondo fonti di Affari, i vertici di via Bellerio non avrebbero intenzione di tutelare i dirigenti più di altri. Anzi, con tutta probabilità saranno proprio i dirigenti a perdere per primi il posto, in virtù di parametri di legge come l'anzianità e il numero di figli.Anche se gli uomini vicini a Maroni confidano, una volta passato il passaggio stretto del voto e rinnovata la segreteria, di poter risolvere la questione senza sacrificare nessuno.

Altra vicenda è quella della Radio. Su Radio Padania pare non ci siano questioni economiche particolarmente scottanti, anche se non è sfuggita una certa insofferenza, nell'ultimo periodo, di Roberto Ortelli, seguitissimo conduttore di "Che aria tira?". In particolare, è stata notata l'intervista - durissima - rilasciata da Umberto Bossi. Tuttavia, anche in questo caso, la dirigenza minimizza: nessuno, anche dei bossiani, sarà messo da parte. Certo è che i "cacciati" da via Bellerio avrebbero già trovato un avvocato difensore. Si tratta di quel Matteo Brigandì che era avvocato della Lega Nord prima di Domenico Aiello. Pare che abbia deciso di difenderli lui così come sta difendendo Umberto Bossi. L'ennesimo scontro interno a un partito che sta cercando faticosamente di trovare una nuova via.

@FabioAMassa

Tags:
padania radio padania







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.