A- A+
Milano

 

lavori palalido (3)

di Fabio Massa

E' una ferita aperta. Un po' vergognosa, per la dimensione dell'insuccesso politico e amministrativo che rappresenta. Il PalaLido che doveva diventare PalaAJ con i soldi di Armani, il piccolo "Madison Square Garden" di Milano, non è che un cantiere aperto (deserto). Doveva esserci una struttura da 5500 posti, con oltre 8 milioni di investimento di cui 2,4 a carico di Armani. Intorno, infuria la polemica. Per alcuni esponenti della maggioranza le condizioni concesse dalla Moratti, allora sindaco di Milano, sono troppo favorevoli allo stilista. Nell'aprile 2011, all'inaugurazione c'erano un po' tutti, da Dan Peterson a Dino Meneghin a Sandro Gamba. Poi, il cortocircuito globale. Gli abitanti della zona hanno iniziato a temere il traffico che deriverà dalla nuova struttura. E hanno iniziato a chiedere di fare una piscina invece del campo di basket. Poi, a complicare ulteriormente la vicenda, è emerso l'amianto nelle viscere dell'impianto datato 1961. E l'Asl ha sigillato tutto. Lasciando, appunto, una vergogna a cielo aperto.

Intanto Armani è ovviamente furioso. La squadra è obbligata a migrare di qua e di là per riuscire ad allenarsi e di avere una sede stabile, almeno per un altro anno, neanche a parlarne. Per questo, secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia avrebbe deciso di "prendere il toro per le corna", e con tutta probabilità fisserà un incontro a metà settembre con Giorgio Armani. Ad accompagnare il primo cittadino ci dovrebbe essere anche l'assessore al Commercio Franco D'Alfonso. Nella riunione il PalaLido sarà ovviamente al primo punto, ma potrebbe esserci anche una parentesi non irrilevante su qualche iniziativa commerciale. Del resto, dopo il caso Dolce & Gabbana, che politicamente per il sindaco è stato senza alcuna conseguenza, un nuovo scandalo per un'opera pubblica finanziata e non realizzata potrebbe costare molto più caro.

@FabioAMassa

Tags:
armani pisapia






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.