BANNER

di Fabio Massa

Pare siano volate parole grosse. E non solo. Da una parte un ministro del calibro di Maurizio Lupi, titolare del dicastero delle Infrastrutture. Ciellino doc. Dall'altra parte Luigi Amicone, fondatore e direttore del settimanale Tempi. Ciellino doc pure lui. Al di là delle prevedibili smentite, pare che la tensione tra i due si sarebbe alzata, qualche giorno, fa, a dismisura. In mezzo, a far da paciere, Samuele Sanvito, amministratore delegato di Tempi e grande amico di Lupi, con il quale ha condiviso anche un appartamento a Roma. Non è chiaro il motivo dello scontro, anche se pare legato al ruolo proprio del settimanale, che - come ha riferito Affaritaliani.it tempo fa - vorrebbe essere usato dal Movimento per radicarsi ancora di più sul territorio, esattamente come fece Il Sabato negli anni '80. In più, Amicone è uno degli uomini di Cl più vicini alle posizioni berlusconiane, mentre Lupi ha promosso la scissione in Nuovo Centrodestra.

Ma quello tra Lupi e Amiconi non è solo un semplice scontro tra persone che si conoscono da molti lustri. E' l'emblema di un Movimento spaccato, divaricato su più posizioni. Almeno tre, per semplificare. Su una posizione ci sono gli esponenti del Nuovo Centrodestra, che sabato si ritroveranno a Milano con Angelino Alfano. Pare che nel panel si sia ritrovato (secondo alcuni, a sorpresa), anche Giancarlo Cesana, grande "mente" del Movimento insieme a Giorgio Vittadini. Cesana parteciperà all'evento "Dì qualcosa di centrodestra" in Ripa di Porta Ticinese, alla Sagsa chez il presidente di Fiera Spa Michele Perini. Nell'ambito della giornata di lavori anche una sessione sull'Europa con Squinzi e Bini Smaghi. Sempre sabato era stato programmato da tempo un convegno della Fondazione Tempi sulla macroregione del Nord, con Maroni, Lupi e Giuseppe De Lucia Lumeno. Il luogo sempre lo stesso, quella Villa Torretta di Sesto nel quale si era ipotizzato il rilancio forte di Tempi. Secondo quanto può riferire Affari, è stato annullato. Coincidenza o liti, sicuramente la situazione non pare essere tranquilla.

Ma torniamo alle "posizioni". La seconda posizione è quella di chi, anche se pare in minoranza, vorrebbe un rapporto più pacifico con il Cavaliere e i suoi uomini. La terza invece è incarnata da Mario Mauro, ministro della Difesa. Lui punta ancora sui Popolari Italiani. E c'è chi, in questo bailamme di posizioni, rimpiange la guida del "vecchio" don Giussani...

@FabioAMassa

2013-11-28T15:51:42.863+01:002013-11-28T15:51:00+01:00truetrue1026116falsefalse87Milano/milano4130941310262013-11-28T15:51:42.923+01:0010262013-11-29T15:34:20.783+01:000/milano/parole-grosse-281113false2013-11-29T11:23:48.24+01:00309413it-IT102013-11-28T15:51:00"] }
A- A+
Milano
amicone lupi 500
 
BANNER

di Fabio Massa

Pare siano volate parole grosse. E non solo. Da una parte un ministro del calibro di Maurizio Lupi, titolare del dicastero delle Infrastrutture. Ciellino doc. Dall'altra parte Luigi Amicone, fondatore e direttore del settimanale Tempi. Ciellino doc pure lui. Al di là delle prevedibili smentite, pare che la tensione tra i due si sarebbe alzata, qualche giorno, fa, a dismisura. In mezzo, a far da paciere, Samuele Sanvito, amministratore delegato di Tempi e grande amico di Lupi, con il quale ha condiviso anche un appartamento a Roma. Non è chiaro il motivo dello scontro, anche se pare legato al ruolo proprio del settimanale, che - come ha riferito Affaritaliani.it tempo fa - vorrebbe essere usato dal Movimento per radicarsi ancora di più sul territorio, esattamente come fece Il Sabato negli anni '80. In più, Amicone è uno degli uomini di Cl più vicini alle posizioni berlusconiane, mentre Lupi ha promosso la scissione in Nuovo Centrodestra.

Ma quello tra Lupi e Amiconi non è solo un semplice scontro tra persone che si conoscono da molti lustri. E' l'emblema di un Movimento spaccato, divaricato su più posizioni. Almeno tre, per semplificare. Su una posizione ci sono gli esponenti del Nuovo Centrodestra, che sabato si ritroveranno a Milano con Angelino Alfano. Pare che nel panel si sia ritrovato (secondo alcuni, a sorpresa), anche Giancarlo Cesana, grande "mente" del Movimento insieme a Giorgio Vittadini. Cesana parteciperà all'evento "Dì qualcosa di centrodestra" in Ripa di Porta Ticinese, alla Sagsa chez il presidente di Fiera Spa Michele Perini. Nell'ambito della giornata di lavori anche una sessione sull'Europa con Squinzi e Bini Smaghi. Sempre sabato era stato programmato da tempo un convegno della Fondazione Tempi sulla macroregione del Nord, con Maroni, Lupi e Giuseppe De Lucia Lumeno. Il luogo sempre lo stesso, quella Villa Torretta di Sesto nel quale si era ipotizzato il rilancio forte di Tempi. Secondo quanto può riferire Affari, è stato annullato. Coincidenza o liti, sicuramente la situazione non pare essere tranquilla.

Ma torniamo alle "posizioni". La seconda posizione è quella di chi, anche se pare in minoranza, vorrebbe un rapporto più pacifico con il Cavaliere e i suoi uomini. La terza invece è incarnata da Mario Mauro, ministro della Difesa. Lui punta ancora sui Popolari Italiani. E c'è chi, in questo bailamme di posizioni, rimpiange la guida del "vecchio" don Giussani...

@FabioAMassa

Tags:
lupi amicone







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.