A- A+
Milano

 

 

mauro parolini 500

di Fabio Massa

 

"I distinguo di Maurizio Lupi? Sulla Lombardia non avranno nessun effetto". A dirlo - in un'intervista ad Affaritaliani.it - è il capogruppo del Pdl, il ciellino Mauro Parolini. "Noi non abbiamo un governo di larghe intese, e non abbiamo i problemi di Roma. Temo gli estremismi, ma non ho paure concrete. La raccolta firme contro il co-capogruppo? Se qualcuno pensa che il problema sia Pedrazzini si sbaglia. Il problema è il rapporto con la Giunta, che deve essere molto più stretto". L'INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Capogruppo Parolini, lei è ciellino. Che cosa ne pensa delle parole di Lupi? Potrebbero influenzare anche la Lombardia?
Sulla Regione non avrà nessun effetto la questione romana. Noi non abbiamo un governo di larghe intese e non abbiamo i problemi che ci sono nella Capitale. Noi abbiamo l'intenzione di andare avanti a fare quel che stiamo facendo, tenendo ferma la barra della nostra azione. Posso assicurare una cosa: il sisma non arriverà fino a Milano.

Quindi, niente fratture in vista?
Mi sta molto a cuore l'unità del partito. Dopodiché credo che l'unità del partito la garantisca il presidente Berlusconi. E basta.

Non ha paura degli estremismi, come ha detto Quagliariello?
Certo che temo gli estremismi. Così come temo tutte le azioni che non hanno riflessione sulle possibili conseguenze. Ma un conto è vigilare, e un conto avere timori concreti, che in questo momento non ho. In consiglio regionale abbiamo dimostrato di essere molto capaci di lavorare insieme e di essere il soggetto che ha tenuto insieme maggioranza e opposizione. Una forza di equilibrio. Ricordo la legislatura scorsa, quando il clima non era così tranquillo. Oggi si riesce a lavorare grazie a noi che siamo elemento di stabilità. Questo non voglio metterlo a repentaglio in nessun modo.

Eppure qualche fibrillazione c'è, se è stata fatta girare una raccolta firme contro il co-capogruppo Pedrazzini, di chiara osservanza mantovaniana.
Il "contro Pedrazzini" è sbagliato. Noi con Pedrazzini abbiamo instaurato una forma di collaborazione importante. I problemi sono con la Giunta, non con Pedrazzini. Chiediamo più coinvolgimento. Questo è il tema, il resto è solo una conseguenza. Chiediamo una collaborazione molto più stretta con la Giunta. Dentro il gruppo le azioni sono conseguenti a questo. Se qualcuno pensa che il problema sia Pedrazzini si sbaglia.

@FabioAMassa

Tags:
parolini







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.