A- A+
Milano

 

 

Riceviamo e pubblichiamo dal senatore Franco Mirabelli

Non esistono né uomini né donne di Mirabelli ma un'area politica che ha eletto parlamentari e consiglieri regionali grazie ai voti dei cittadini e mai per cooptazione. Siamo abituati a discutere pensando alla politica e per tutto ciò siamo persone libere e autonome. Abbiamo deciso di sostenere una candidatura capace, radicata nel partito e in grado di garantire una reale discontinuità in federazione. Spero che chi come noi sostiene al congresso il cambiamento possa ritrovarsi sulla candidatura di Arianna (Censi, ndr). Il resto sono fantasie.

di Fabio Massa

 

Alle 18 i vertici di Area Dem si incontrano con i vertici renziani, a Roma. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, al tavolo gli esponenti delle due correnti siederanno con un preciso intento: arrivare a una candidatura unitaria per la segreteria milanese del Pd. Attualmente in corsa sono in quattro, e Area Dem candida Arianna Censi, che ad Affaritaliani.it ha però dichiarato: "Se dovesse venire una candidatura unitaria potrei valutare il mio ritiro". Insomma, c'è grande movimento sulla piazza della politica. Secondo quanto può anticipare Affari i renziani porranno ai franceschiniani un secco aut aut: o si ritira la candidatura della Censi, e si avanza un nuovo nome, oppure sono pronti a viaggiare da soli al congresso per poi cercare l'accordo al secondo turno. Uno dei nomi in lizza, a questo punto, potrebbe essere quello di Alessandro Lorenzano. Giovane sindaco di San Giuliano Milanese, di Area Dem ma firmatario del documento pro-Renzi, potrebbe essere il punto di sintesi per una situazione complicata, purché la Censi si ritiri. Ci sono anche altre opzioni, ovviamente. I renziani, se non dovessero trovare l'accordo con gli uomini di Mirabelli, si troverebbero nella condizione di correre, ma con un occhio già rivolto a future alleanze. Da rumors raccolti da Affari, pare che sarebbero disponibili ad accordarsi con il fronte opposto, quello dei civatiani e dei cuperliani, che sostengono David Gentili. Un brusco cambio di fronte che lascerebbe spiazzati sia i renziani che gli ex bersaniani di Primavera Democratica.

@FabioAMassa

Tags:
pd area dem renzi







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.