A- A+
Milano

Due giorni di "ritiro" per i manager internazionali di Fiera Milano. Sono quelli che il presidente Michele Perini e l'amministratore delegato Enrico Pazzali hanno organizzato per tutti i manager internazionali della Fiera Spa. Con un ritrovo conviviale alla Trattoria La Barca di Rho (ristorante gestito dalla famiglia pugliese Virgilio) nel quale sedevano fianco a fianco l'esponente della fiera cinese e l'avvenente Yesim Avunduk, dalla Turchia, il direttore commerciale Roberto Foresti e l'international incoming network manager Giustina Li Gobbi. L'intento? Amalgamare le culture e trovare opportunità commerciali per le imprese italiane e al contempo importare novità, come la Fiera sulla disabilità dal Brasile all'Italia. Con un "colpo" in canna, sbarcare negli Stati Uniti.

pazzali video


Enrico Pazzali, amministratore delegato di Fiera Spa, in un'intervista al direttore di Affaritaliani.it Angelo Maria Perrino spiega: "Ogni anno ci siamo  presi l'obiettivo di metterci insieme e di riflettere sulle potenzialità che il mondo ha. Ognuno dei nostri manager ha l'opportunità di manifestare quali opportunità ha il Paese nel quale lavorano. Vengono dalla Cina, dalla Thailandia, dal Brasile, da Singapore... Oggi il gruppo ha il 25 per cento di margine proprio da questi Paesi. Abbiamo grandi prospettive. Il mondo ha fame di italianità". Il fatturato? "L'obiettivo è di costruire il 50 per cento del margine arrivi dall'estero. Il mercato è globale, Fiera diventa globale". Insomma, addio vecchia Fiera Campionaria locale: "Noi dobbiamo diventare una multinazionale. Sarebbe più comodo rimanere solo in Italia, ma cogliamo la sfida del mondo. Chi ha paura dei mercati internazionali rischia di retrocedere in serie B". GUARDA L'INTERVISTA INTEGRALE

***

Il ministro Fornero? "E' il peggior ministro della Repubblica Italiana dalla sua nascita. Perché ha lasciato a casa centinaia di migliaia di giovani". Il governo Monti? "Ha fatto quel che poteva fare. La Fornero è una persona incapace di intendere e di volere. Nella classifica dei ministri la metto ultima. Il voto? 0+". Michele Perini, presidente di Fiera Milano Spa, intervistato dal direttore di Affaritaliani.it Angelo Maria Perrino non usa mezze misure per condannare l'operato dell'ex ministro del Lavoro. "Alle aziende ha solo causato danni. Ha creato danni a centinaia di migliaia di giovani. Adesso hanno davanti il nulla. Bisogna cancellare la sua riforma: delenda Fornero, come Cartagine".

perini video

Poi parla di Fiera Milano, che si sta aprendo a una forte internazionalizzazione, e che ha riunito tutti i suoi manager. E su Fondazione Fiera, che va al rinnovo dei vertici, se la cava con un "no comment" preceduto dalla puntualizzazione: "Non è un sistema di potere, gli stakeholder devono capire che la Fiera deve valorizzare lo sviluppo". Infine, sul governo Letta: "Mi auguro per il bene del Paese che possa durare facendo però le cose. A me Letta non dispiace, diamogli fiducia". Infine fa una strana apertura a Pisapia: "Ha tanti problemi nella sua giunta. Ma giudicheremo alla fine il suo operato. Gli diamo un'apertura di credito perché non si può mai giudicare una persona prima della fine del suo mandato"

 

Tags:
perini fiera







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.