A- A+
Milano
Picchiava il fratello down: arrestato aguzzino a Milano

Gli agenti sono arrivati dopo una chiamata della badante, una signora sarda che raccontava l'ennesima storia di violenza ai danni di un 53enne affetto dalla sindrome di Down. Nell'appartamento di via dei Mille a Milano i poliziotti si sono trovati di fronte a un'imponente collezione di armi e hanno notato le numerose ferite presenti sul corpo della vittima. L'aguzzino ha 56 anni, ed e' suo fratello: la madre e' morta alcuni anni fa e i due convivono insieme da sempre: la lunga storia di soprusi del fratello maggiore ai danni del minore affetto da handicap era gia' stata certificata nel 2000, quando il 56enne era stato condannato per maltrattamenti in famiglia.

Un debito con la giustizia che non gli ha impedito di arricchire la sua collezione di armi, un repertorio che contava ormai decine di pezzi, tutti regolarmente registrati. Tutti, tranne uno: uno spray al peperoncino che e' costato all'uomo un arresto per detenzione illecita. Quando si e' visto scoperto il 56enne ha tentato di strappare la pistola dalla fondina dell'agente che lo stava ammanettando, a suo dire nel tentativo di uccidersi. Ora deve rispondere anche di tentata rapina aggravata. Il fratello minore e' stata affidato a una comunita' specializzata.

Tags:
fratello down







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.