A- A+
Milano

Giuliano Pisapia affonda il colpo su Roberto Formigoni. Dopo aver gia' espresso ieri il proprio disappunto per l'intenzione di Roberto Maroni, se eletto, di riconfermare l'attuale presidente lombardo al ruolo di Commissario Generale a Expo, il sindaco di Milano ha rincarato la dose di fronte ad una platea di primi cittadini, riuniti a Monza in sostegno di Umberto Ambrosoli: "la conferma di Formigoni - ha detto - ci farebbe rabbrividire nel momento in cui avesse rapporti con i Presidenti degli Stati partecipanti con un'accusa cosi' infamante come quella che gli viene contestata. Altro che complotto - ha concluso - questi sono fatti".

Giuliano Pisapia sceglie l'ironia per commentare quanto emerge dall'inchiesta sulla Maugeri, ovvero l'assenza di normale contabilita' sui conti correnti di Roberto Formigoni. "Per le spese familiari - ha spiegato divertito il sindaco - facciamo almeno 15 prelievi al mese di piccolo importo. Le piu' significative, infatti, sono addebiti diretti su conto corrente. Ma la cosa principale - ha aggiunto - e' che pago sempre io e che non sono vacanze".

Tags:
pisapia formigoni







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.