A- A+
Milano

Le bombole a gas usate per riscaldare i cosiddetti 'funghi' nei locali che hanno uno spazio all'aperto sono delle "potenziali bombe" che possono esplodere, per esempio, in caso di incendi. Per questo, ha spiegato il Procuratore aggiunto di Milano Nicola Cerrato, nei giorni scorsi, su suo mandato, i vigili del Fuoco e gli uomini della Polizia Locale hanno effettuato una serie di controlli a campione in alcuni locali nel cuore della citta', in Corso Vittorio Emanuele. In tutti e sei gli esercizi visionati e' risultato che le bombole vengono conservate in violazione delle norme contenute nel decreto sicurezza sul lavoro e della legge speciale 1083 del 1991.

Tags:
pm bar milano







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.