A- A+
Milano

di Fabio Massa

Ci sono i sicuri. Ci sono gli insicuri. E ci sono i problemi. Come in tutte le grandi partite di nomine, e quella sulla giunta regionale lombarda indubbiamente lo è, le incognite sono sempre tante, fino al momento della decisione finale. Prima di tutto, la road map: domani Maroni e Berlusconi si vedranno per capire definitivamente quali sono i desiderata del Pdl. Intanto, però, qualche certezza c'è. Prima di tutto, la vicepresidenza di Mario Mantovani. Poi, un assessorato per Valentina Aprea e per Viviana Beccalossi. Anche queste due nomine, sono abbastanza certe. Restano quattro posti in quota Pdl. Come saranno ripartiti? Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it lo schema è semplicissimo. Un posto sarà in quota a Cl: potrebbe essere ricoperto da Boscagli, sul quale però c'è da verificare l'assenso di Lupi, oppure da Carugo, che ha fatto il pieno nella sua Brianza. Il secondo posto sarà in quota Gelmini. L'ex coordinatrice lombarda dovrebbe scegliere Cavalli, ma in lizza ci sono anche Romele e Peroni. Poi c'è la Santanché, che dovrà scegliere un suo rappresentante, probabilmente fuori dalla politica. Infine, un posto spetta a Berlusconi, che deciderà in completa autonomia. Potrebbe essere Alessandro Colucci, già assessore nella penultima giunta Formigoni, oppure potrebbe essere Marco Flavio Cirillo, sindaco di Basiglio che il Cavaliere volle sulla lista dei candidati al Parlamento scrivendo il nome di suo pugno. Ma potrebbero anche essere Mariella Bocciardo, già parlamentare.

Se nel Pdl almeno lo schema è definito, in casa Lega Nord, di certezze ce ne sono davvero poche. A parte ovviamente Garavaglia e Fava, che entreranno sicuramente nella giunta Maroni in quota Lega Nord. Gli altri quattro posti non sono ancora assegnati e Maroni ha sul tavolo molte ipotesi. Manca l'ultima casella, che sarà occupata da un rappresentante della lista civica del presidente, e andrà - come ampiamente preannunciato dal segretario federale leghista - ad Antonio Rossi. Pare invece fatta per il ruolo di capigruppo, nel Carroccio. La Lista Civica sarà guidata da Stefano Bruno Galli, il nuovo Miglio dell'epoca Maroni. La Lega Nord, invece, potrebbe essere guidata da Parolo o da Romeo.

@FabioAMassa

Tags:
sicuri maroni






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.