A- A+
Milano

di Fabio Massa

PODESTA' E MANTOVANI/ Il presidente della Provincia Guido Podestà è pronto a candidarsi alle Regionali. Lo aveva preannunciato ad Affari, lo ha ribadito al Corriere. Ma perché questa volontà? Non dipenderà dal fatto che Mario Mantovani, suo successore e suo "avversario" interno, è in procinto di scendere in campo? Probabilmente sì, ma non ditelo dalle parti di Palazzo Isimbardi. Verrete smentiti.

SE MARONI VUOL CATTANEO.../ ...Il Pdl risponde: "Prenditelo". Il leader dei formattatori, sindaco di Pavia (che qualcuno malignamente osserva essere stato eletto sull'onda del successo 2009 e di difficile riconferma), non è di certo molto amato dalle parti di viale Monza, sede della segreteria regionale. Sarà che da più o meno un anno nessuno l'ha visto, ma la volontà di Roberto Maroni di schierarlo nella sua lista non fa strappare i capelli ai dirigenti del Pdl.

VENI, VIDI, VICE/ I sondaggi sono chiari: Umberto Ambrosoli è indietro. Oggi, di tre punti. Ieri, di due. Comunque, abbastanza per far tornare le ali ai piedi agli uomini di centrodestra. Così, si iniziano a ipotizzare ruoli e cariche in caso di riconferma. Chi sarà il vicepresidente della giunta regionale Roberto Maroni? Mariastella Gelmini vorrebbe esserci, e forse ci sarà. La scelta è del Cavaliere, che però potrebbe optare per Mario Mantovani.

ALBERTINI ARRUOLA BODEGA/ Lorenzo Bodega, sindaco di Lecco fino al 2006, è l'ultimo uomo arruolato da Albertini. L'ex primo cittadino di Milano, oggi candidato centrista, ha convinto l'ex vicecapogruppo al Senato della Lega Nord, che pare abbia ancora sul territorio un buon seguito. Malgrado il fatto di essere stato "epurato" (o meglio - se ne è andato lui), perché in disaccordo con la direttiva con la quale è stata espulsa Rosy Mauro. Altro "acquisto" di Albertini è un formigoniano doc. Anzi, ex formigoniano. Si tratta di Guido Della Frera, già assessore regionale fino al 2003. Sarà capolista in Monza e Brianza.

FORMIGONI VIA DALLA LOMBARDIA/ L'intento è semplice: evitare che la campagna elettorale torni a parlare ossessivamente di ospedali, di appalti, di inchieste. Per questo uno dei progetti del Pdl è quello di non candidare al Senato il Celeste in Lombardia, ma di "paracadutarlo" in un'altra Regione. Per adesso è solo un'ipotesi, che però deve ancora essere discussa a fondo con il Governatore. Ma secondo un'altra interpretazione sarebbe stato lo stesso Formigoni a chiedere di essere candidato lontano dal Pirellone, perché visto che Mario Mauro si candida al Senato con Monti, i voti di Cl potrebbero essere "divisi" tra le politiche e le regionali, dove invece il movimento potrebbe votare Lega Nord...

I SEI DEL CELESTE/ Formigoni va via dalla Lombardia? Sei posti in lista alle Regionali sono assicurati. Secondo rumors, dovrebbero esserci sicuramente Raffaele Cattaneo, ex assessore alle Infrastrutture e grande raccoglitore di voti e preferenze in quel di Varese. A Monza e Brianza dovrebbe esserci Stefano Carugo. A Milano probabilmente Carlo Masseroli sarà preferito a Luca Del Gobbo, sindaco di Magenta, che è stato rinviato a giudizio per il caso delle firme false. In lizza ci sono anche Valentina Aprea e Mario Melazzini, l'attuale assessore alla Sanità. Il main competitor, Mario Sala, recordman di preferenze (21mila) alle ultime elezioni, non parteciperà. C'è chi dice che con il cuore sta con Mauro, ma politicamente preferisce non schierarsi. A Cremona forse correrà Rossoni, oppure il coordinatore provinciale Mino Jotta. A Como c'è Patrizio Tambini, ma sarà partita dura. Infine, a Brescia, ci sarà il recordman di preferenze Mauro Parolini. Altri nomi? A Bergamo potrebbe entrare in lista il segretario Provinciale Capelli, uomo di Raimondi e suo successore.

@FabioAMassa

Tags:
podestà mantovani sfida lombardia






A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.