A- A+
Milano

 

casello autostradale

L'ultimo attacco di una lunga serie. Due uomini armati di ascia hanno messo a segno due giorni fa una rocambolesca rapina al casello autostradale di Pieve Fissiraga (Lodi). I due sono spuntati all'improvviso, intorno alle 4.30, e subito si sono scagliati contro il gabbiotto rompendo il vetro a colpi d'ascia. Subito dopo si sono impossessati del denaro che c'era in cassa, circa 800 euro, per poi fuggire a piedi. Le telecamere installate nella struttura e in zona potranno, forse, aiutare le indagini. Ma ormai, in Lombardia, le rapine a colpi di ascia ai caselli autostradali sono un'abitudine, oltre che un vero e proprio allarme.

I colpi precedenti, tutti con la stessa modalità (solo in un paio di circostanze al posto dell'ascia è comparso un piccone) sono stati compiuti in un raggio di poche decine di chilometri attorno a Milano. Due volte è stato preso di mira il casello di Bergamo, in un'altra circostanza quello di Grumello e ancora (due volte) la barriera di Milano Est, sempre lungo la A4.

Lo sconosciuto si affianca alla postazione di pagamento, ma anziché saldare il pedaggio mostra al cassiere l'ascia con fare minaccioso e si fa consegnare l'incasso; in un paio di circostanze gli esattori si sono dati alla fuga spaventatissimi, altre volte sono stati loro stessi a consegnare il denaro. Il bottino oscilla tra le poche centinaia di euro e i circa 2.200 portati via in una delle rapine compiute in provincia di Bergamo.

Tags:
rapina ascia






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.