A- A+
Milano

Sabato 6 luglio inizieranno i saldi estivi in Lombardia. Dal momento che e' terminata la sperimentazione a carattere provvisorio, torna quindi in vigore il divieto di effettuare vendite promozionali nei 30 giorni antecedenti i saldi. E' questo uno dei punti ricordati oggi durante lo svolgimento dell'Osservatorio del Commercio, che si e' tenuto a Palazzo Lombardia, alla presenza di tutte le associazioni del commercio, dei consumatori, dei sindacati, di Province e Comuni, sotto il coordinamento dell'assessore al Commercio, Turismo e Terziario Alberto Cavalli. I saldi estivi dureranno 60 giorni.

I commercianti hanno l'obbligo di esporre, accanto al prodotto, il prezzo iniziale e la percentuale dello sconto o del ribasso (e' invece facoltativa l'indicazione del prezzo di vendita conseguente allo sconto o ribasso). I prodotti in saldo devono essere separati da quelli eventualmente posti in vendita a prezzo normale (se cio' non e' possibile, cartelli o altri mezzi devono fornire al consumatore informazioni inequivocabili e non ingannevoli). Se il prodotto risulta difettoso, il consumatore puo' richiedere la sostituzione dell'articolo stesso o il rimborso del prezzo pagato dietro presentazione dello scontrino, che occorre quindi conservare.

Tags:
milano saldi







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.