A- A+
Milano

 

giuseppe sala milestone180

di Fabio Massa

Dicono, voci di corridoio raccolte da Affaritaliani.it, che Diana Bracco sia letteralmente infuriata. E che Giuseppe Sala sia in forte imbarazzo. Tanto che la conferenza stampa di domenica alle 10.30, che inaugura Tuttofood alla Fiera di Rho, potrebbe trasformarsi in un momento non proprio esaltante per il commissario e amministratore delegato di Expo Spa. Il motivo? Il lancio e la smentita della partecipazione di Cibus alle Esposizioni Universali. L'ennesimo capitolo della guerra delle fiere, che registra un colpo, sferrato da Parma, davvero troppo sotto la cintola di Milano.

Tutto inizia l'altro ieri, quando il Sole 24 ore riporta una breve che fa saltare sulla sedia i vertici di Tuttofood. "Federalimentare sarà presente con un padiglione su tre piani a Expo 2015 e con mille aziende su 5mila metri quadri". Poi il virgolettato: "Ogni singola azienda - ha spiegato l'ad di Fiere di Parma Antonio Cellie - avrà la possibilità di essere rappresentata attraverso microaree espositive, affinché la biodiversità diventi un vantaggio".

Ovviamente, Tuttofood e Cibus sono saloni dell'alimentazione "rivali". Il primo si tiene a Milano, e viene appunto inaugurato domenica. Il secondo si tiene a Parma. Dare notizia che il salone di Parma, proprio in concomitanza con l'inaugurazione di Tuttofood, ha acquisito spazi così importanti in Expo (che si tiene a Milano, of course), è un vero schiaffo in faccia.

 

diana bracco

A questo punto arriva la smentita di Giuseppe Sala. Decisamente timida. "Prendiamo atto dell'interesse manifestatoci - ha detto Sala - ma non c'è ancora nulla di definito". La precisazione non fa rumore quasi per nulla, sulla stampa. E proprio per questo punto si scatenano tutti. Diana Bracco pare non abbia gradito affatto, anche perché è lei il commissario del Padiglione Italia. "Se Giuseppe Sala vuole fare accordi sullo spazio espositivo del Paese, dovrebbe parlare con me", è il ragionamento della potente industriale farmaceutica. In più, tutta la vicenda mette in forte imbarazzo anche Fiera Milano, che - appunto - ospita "Tuttofood" e che è tra gli attori principali di Expo. Insomma, uno sgarbo non da poco, che potrebbe trasformarsi in una mezza guerra civile interna. A meno che Giuseppe Sala non dica una parola chiara...

@FabioAMassa

Tags:
sala bracco cibus tuttofood







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.