A- A+
Milano


 

matteo salvini

"Vedo molto complicata un'alleanza a livello nazionale da 'patti chiari e amicizia lunga', a livello regionale, invece, un'alleanza solida ci puo' stare". Cosi' Matteo Salvini sullo stato della trattativa tra Pdl e Lega sulle alleanze in vista delle politiche e delle regionali in Lombardia, per cui è candidato Roberto Maroni. In un'intervista alla 'Padania', il segretario della Lega Lombarda esprime soddisfazione per l'apertura di Silvio Berlusconi (il quale ha chiarito che, in caso di vittoria potrebbe non essere il premier, come preteso dal Carroccio). Ma spiega che il "nodo" della trattativa è bloccato attorno al programma e all'opposizione di parte del Pdl alla proposta leghista di tenere sul territorio il 75% delle tasse

"Bene" l'apertura di Berlusconi, commenta Salvini. "E' quello che la Lega gli sta chiedendo da due mesi". "Detto questo, pero' - prosegue - visto l'ondeggiare di Berlusconi e del Pdl, noi pensiamo solo ed esclusivamente a lavorare: personalmente e' da qualche settimana che ho smesso di preoccuparmi del fatto se andremo da soli o in compagnia".

Poi, l'esponente 'lumbard' definisce come "politicamente demenziali" le minacce del Cavaliere di far 'saltare' le giunte in Veneto e Piemonte e spiega che, per quanto riguarda le candidatura, in Lombardia si dara' spazio ai giovani cercando di valorizzare soprattutto chi ha avuto esperienza come sindaco. Infine, sostiene che, in Regione, la partita sara' tutta tra Maroni e il candidato del centro-sinistra, Umberto Ambrosoli, mentre Gabriele Albertini con il sostegno di Mario Monti, Pierferdinando Casini e Gianfranco Fini, "ha zero speranze di vincere".

Tags:
salvini






A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.