A- A+
Milano
Sea, lotta tra sindacati. Cgil: "Accordo non migliorabile. Palla all'azienda"

di Fabio Massa

Graziano Gorla, segretario della Camera del Lavoro di Milano, non le manda a dire alla Cub, che in un'intervista ad Affaritaliani.it auspica la riapertura di un tavolo di trattativa: "Ma che tavolo! I lavoratori oggi sono più deboli perché hanno rifiutato l'unico piano possibile. Ora la palla passa all'azienda. Noi parleremo con i nostri iscritti, e la Sea deciderà che cosa fare sui licenziamenti..." L'INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Segretario Gorla, parliamoci chiaro: nel referendum siete andati sotto e non ve lo aspettavate.
Indubbiamente hanno pesato in questa vicenda tanti fatti diversi. Ho sentito molte interpretazioni stravaganti. Mi sorprendo per il risultato: a Linate i lavoratori si esprimono in un modo e a Malpensa in un altro. L'accordo è stato respinto. Oggi i lavoratori sono più deboli. Noi tutti abbiamo cercato di salvaguardare l'occupazione. Io prendo atto di quel che è avvenuto, ma chi pensava oggi di essere più forte non si illuda: non lo è.

Cub Trasporti sostiene che adesso si può aprire un tavolo...
Mi interessa poco discutere della posizione della Cub. Non penso che la Cub rappresenti i lavoratori dell'azienda. Penso che quello fosse il massimo possibile realizzabile.

E' possibile che l'azienda faccia altre proposte?
Io non ne vedo le condizioni.

Si dice che si possono riaprire le trattative se i sacrifici fossero "transitori"...
Inviterei a leggere bene l'accordo. E' esattamente quello che c'è scritto. Il problema è quello che si è detto ai lavoratori. Noi parleremo con i nostri iscritti. Ma capisco che se qualcuno è andato in giro a dire che si poteva cambiare il mondo, oggi cerca di mischiare le carte. Se c'è stato da parte dell'azienda, del governo, dell'Ue un qualcosa che poteva essere dato in più e non è stato dato si può verificare. Ma a quanto risulta a noi quello era il punto massimo ottenibile.

E adesso?
La palla è all'azienda. Noi sappiamo che siamo di fronte a licenziamenti. Non so che cosa farà l'azienda, noi parleremo con i nostri iscritti.

Nessun tavolo di trattativa, ad oggi?
No, per quanto ci riguarda ad oggi no. Non riusciamo a capire dove possano esserci miglioramenti. Ma ora tocca all'azienda...

@FabioAMassa

Tags:
sea cgil







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.