A- A+
Milano

Nella serata di ieri SEL Milano ha organizzato un incontro pubblico sul tema della possibile fusione tra ATM e TreNord di cui da qualche tempo si parla sui giornali. Il dibattito ha visto la presenza, fra gli altri, di alcuni autorevoli rappresentanti ed esperti nel'ambito delle politiche trasportistiche: dall'Assessore del comune di Milano PierFrancesco Maran al Professor Marco Ponti del Politecnico di Milano, da Dario Balotta di Legambiente regionale a Stefano Malorgio segretario generale della FILT CGIL di Milano.
 
Paolo Matteucci aprendo l’incontro a nome del Forum Ambiente/Territorio/Mobilità di SEL ha chiarito come l’obiettivo della serata fosse quello di interrogarci sulle possibili implicazione che potrebbe avere una soluzione del genere sul governo complessivo del sistema dei trasporti e soprattutto quali impatti ne potrebbero derivare sull'effettiva efficienza e qualità dei servi resi a i cittadini. Queste ed altre sono le domande che ci è sembrato giusto porre in modo da discutere apertamente prima di arrivare ad una qualsiasi forma decisionale che possa diventare solo "un prendere o lasciare" senza che sia maturata una sufficiente consapevolezza non solo fra le forze politiche ma anche tra gli stessi cittadini.
 
Le vicende degli ultimi giorni riferite alla situazione di Genova o gli allarmi riferiti alla situazione di Roma fanno riflettere su come anche la situazione del trasporto pubblico sia arrivata a un livello di criticità elevato all'interno dei comuni. Milano non è Genova e sicuramente la situazione dell'ATM è diversa da quella della società genovese, ugualmente SEL ritiene che sia un bene che  se ne parli anche nella nostra realtà considerando  il fatto che la nostra amministrazione comunale ha fatto della mobilità sostenibile e del contenimento del traffico privato uno dei punti qualificanti del suo programma.
 
Sulla base di queste considerazioni è emerso l'orientamento, da tutti condiviso, di puntare innanzi tutto su di un rafforzamento delle politiche di sistema e di governo delle politiche trasportistiche nella nostra realtà metropolitana. In particolare Luca Gibillini Vicepresidente della Commissione consiliare Trasporti del comune di Milano nelle sue conclusioni ha sottolineato come per SEL la priorità non sia la fusione delle due aziende (ATM/TreNord) bensì l'effettiva integrazione dei servizi e dei sistemi che governano il trasporto pubblico nella nostra realtà metropolitana.
 
"SEL non considera all'ordine del giorno il tema della fusione tra ATM e TreNord - ha detto Gibillini nel suo intervento - bensì la realizzazione, nella prospettiva questa sì all’ordine del giorno come priorità politica della Città Metropolitana, dell'Agenzia prevista dalla Legge regionale in materia che potrebbe consentire di fare dei passi decisivi nella direzione dell'integrazione del sistema.
 
Integrazione per noi vuol dire in sostanza offrire un migliore servizio non solo ai tanti cittadini milanesi che usano il trasporto pubblico ma anche ai tanti cittadini provenienti dai comuni limitrofi e che usano il mezzo privato per necessità. Quindi innanzitutto integrazione tariffaria per agevolare l'uso dei mezzi disponibili e parificare i costi tra tutti gli utenti, integrazione dei programmi e delle linee per evitare inutili sovrapposizioni e spreco di risorse pubbliche, integrazione delle informazioni rese agli utenti per consentire di avere sempre il quadro aggiornato dei servizi di trasporto disponibili"
 
Naturalmente il confronto avviato ieri sera ci auspichiamo, come SEL, possa proseguire e approfondire tutti i vari aspetti che un tema strategico come quello della mobilità sostenibile e del ruolo che in questo può giocare il trasporto pubblico merita. Sicuramente il dibattito che si aprirà a breve sul nuovo PUMS (Piano Urbano Mobilità Sostenibile) anche nelle sedi istituzionale potrà essere di grande utilità in questo senso.
 

Tags:
sel atm trenord







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.