A- A+
Milano

Operazione antidroga tra l'hinterland milanese e l'aeroporto di Orio al Serio, dopo oltre due mesi di indagini: sabato sera gli agenti, coordinati dal pm Ester Nocera, hanno fermato a Cesano Maderno due cittadini belgi di origine marocchina. I due, una donna 50enne e un uomo 43enne, erano appena arrivati in Italia a bordo di una Skoda con targa belga, che stavano parcheggiando in un box al numero 35 di via Rossini: in un sottofondo ricavato tra le ruote la polizia ha ritrovato oltre 17 chilogrammi di cocaina. Ma - secondo quanto riferiscono gli investigatori - la vera sorpresa era all'interno del garage, dove gli agenti hanno sequestrato quasi 440mila euro, tutti in contanti, probabile frutto di una lunga serie di pagamenti.

Dopo i due corrieri, entrambi incensurati, le manette sono scattate anche per un 30enne marocchino, fermato dalle parti di Bonola, e soprattutto per quello che viene ritenuto il leader del gruppo, un altro cittadino marocchino. Quest'ultimo, 35 anni, era appena atterrato all'aeroporto di Orio al Serio, con un volo proveniente dal Belgio.

Tags:
orio al serio cocaina







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.