A- A+
Milano

E' stato depositato dalla Procura della Corte dei Conti della Regione Lombardia l'atto di citazione nei confronti dell'ex presidente della Provincia di Milano Filippo Penati, del segretario generale Antonino Princiotta e di 8 membri della ex Giunta Provinciale. A questi viene contestato un danno erariale di circa 119 milioni di euro derivante dall'operazione di acquisizione del pacchetto azionario del 15% della societa' Milano Serravalle - Milano Tangenziali S.p.A. Lo comunica in una nota la Guardia di Finanza di Milano.

Le attivita' investigative, coordinate e dirette dal procuratore regionale Antonio Caruso, e dai sostituti procuratori Adriano Gribaudo e Luigi D'Angelo, avrebbero accertato, si legge nella nota delle Fiamme Gialle, un danno all'erario legato ad una "sopravvalutazione del prezzo unitario delle azioni acquisite dalla Provincia, ben al di sopra del reale valore di mercato, nonche' un danno per il deprezzamento del controvalore del pacchetto azionario detenuto dal Comune di Milano nella stessa societa'". Tra i destinatari dell'azione di danno erariale vi sono anche gli amministratori dell'Asam, la holding della Provincia, di cui l'ente locale si servi' per il perfezionamento della compravendita delle citate azioni dal Gruppo Gavio. Depositato l'atto di citazione, e' stata fissata l'udienza di discussione davanti alla Sezione Giurisdizionale per la regione Lombardia della Corte dei Conti per il 2 aprile 2014.

Tags:
penati






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.