A- A+
Milano

Vent'anni di reclusione. E' la condanna decisa dal gup di Milano Luigi Gargiulo per Gianfranco Bona, accusato di aver dato un analcolico al cianuro al farmacista Luigi Fontana, morto il 15 aprile del 2012 dopo 13 giorni di coma. Per lui il pubblico ministero Carlo Nocerino aveva chiesto la condanna all'ergastolo. Il gup ha escluso la premeditazione e concesso le attenuanti generiche.

Tags:
aperitivo avvelenato






A2A
A2A
i blog di affari
Incostituzionale l'indeducibilità dell'IMU per le imprese: ora i rimborsi
Matrimonio tra Pascale e Turci, l'altro significato...
di Maurizio De Caro
PROGETTI PER LE SCUOLE, CONTRO LA MIOPIA, FONDI PER CONSUMATORI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.