A- A+
Milano

Expo 2015 e le imprese. Si fa un gran parlarne ma i fatti stentano a farsi strada. Corrado Clini, già ministro per l’ambiente, ci crede: “Lo spazio per le imprese italiane che scelgono innovazione e sostenibilità c’è. E ci sono anche le imprese in grado di competere in questa area sempre più importante a livello internazionale. Io – prosegue Clini – ho sottoscritto un accordo, finalizzato a ridurre, per quanto è possibile, l’impronta di carbonio di Expo 2015. Il che vuol dire puntare sulla gestione dell’evento che utilizzi tecniche di costruzione, materiali, sistemi di trasporto a basso contenuto di carbonio. In questo contesto la fornitura di materiali, di beni di consumo, di servizi, da utilizzare durante Expo che abbiano, tra l’altro, la caratteristica di essere in un circuito virtuoso di recupero e riciclo di materiali, è strategica. Noi stiamo già lavorando con Expo in questa direzione, abbiamo molte imprese italiane che, da questo punto di vista, possono offrire delle eccellenze”. Occasione è la presentazione della vetrina web SiExpo 2015, nato da un consorzio creato per valorizzare le imprese italiane che vogliono cimentarsi con Expo e che credono di poter competere coi grandi gruppi internazionali. Camera di Commercio di Milano ed Expo 2015, hanno voluto il catalogo SiExpo, proprio per dare alle imprese del territorio uno strumento valido. Il catalogo è stato realizzato da Remade in Italy e MaterialConneXion Italia con l’aiuto di Conai e FederlegnoArredo, ed è nato come vetrina, con l’obiettivo di proporre alle imprese italiane di candidarsi, agli espositori della rassegna internazionale, ai paesi ospiti, coi prodotti e coi materiali migliori, per realizzare il grande evento. “Il catalogo nasce dall’esigenza di dare un contributo qualificato all’ambiente _ dice Rodrigo Rodriquez, presidente di SiExpo _ e si è pensato a uno strumento in grado di suggerire l’utilizzo di materiali ecosostenibili, tenuto conto del fatto che la gran parte delle strutture dell’Expo avranno la durata dell’evento. Si tratta di uno strumento coerente con la missione dell’Expo”. Andrea Chevallard, segretario generale della Camera di Commercio aggiunge: “Sono circa 400 mila le imprese lombarde attive con iniziative di responsabilità sociale, quasi una su due, e investono in buone pratiche circa quattro miliardi di euro all’anno. Al primo posto l’attenzione all’ambiente e ai consumi energetici. Questa iniziativa promuove l’impegno ambientale delle imprese legato alla capacità innovativa in vista dell’Expo”.  Il catalogo web SiExpo2015 ha un rilievo strategico grazie alla diffusione, in rete, dei materiali e delle soluzioni ecosostenibili e innovative delle aziende. Il catalogo è organizzato per prodotti e applicazioni, suddivise in cinque sezioni principali: materiali da costruzione, arredo per interni, arredo urbano, packaging, complementi fieristici. SiExpo si rivolge alle aziende di prodotti e materiali con caratteristiche di sostenibilità e innovazione, offrendo un’occasione di qualificazione ad alto livello e promozione in tutto il mondo. I prodotti inseriti nel catalogo saranno accessibili ai Paesi partecipanti attraverso specifiche azioni di comunicazione. Per le imprese che vogliono saperne di più, il contatto è www.siexpo2015.it

Tags:
siexpo







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.