A- A+
Milano

Oltre duecento persone si sono ritrovare all’Auditorium di Milano della Società Umanitaria e, alla presenza di Alessandro Colucci, sono stati presentati i corsi Humaniter e le nuove iniziative della Società Umanitaria in tutte le sue sedi. “La Regione Lombardia,” ha detto l’assessore,” deve essere grata a realtà come questo ente morale per i progetti concreti a favore delle famiglie”. “Proprio in occasione dei 120 anni,” dice Amos Nannini, Presidente della Società Umanitaria,”abbiamo realizzato una sorta di Open Day a 360 gradi per ribadire i valori che caratterizzano il nostro continuo impegno sul territorio. I corsi sono aperti al pubblico e realizzati da volontari, ma tutta la realtà poliedrica della Società Umanitaria come ente morale realizza progetti per informare, formare e dare rilievo ai mestieri e le professioni che servono nel mondo del lavoro. La nostra cooperativa Casa del Pane ad esempio è formata da giovani diversamente abili che abbiamo formato come pasticcieri, panettieri, pizzaioli ed aumenterà quest’anno il numero degli assunti, grazie ad una convenzione con un grande gruppo bancario; l’assistenza sia residenziale a Cuggiono che qui a Milano per gli autistici avrà un incremento; a Vailate parte un progetto per chi ha la sindrome di Asperger per aiutarli ad integrarsi meglio con la società ; inoltre con il nostro concerto internazionale di musica ospiteremo oltre trecento ragazzi da tutta Europa, accolti dalle famiglie milanesi e daremo modo ai migliori di loro di poter crescere come musicisti; organizzando per loro di fare concerti anche all’estero, grazie ad un accordo con il Ministero degli esteri”.

La Società Umanitaria moltiplica quindi nel 2013/2014 le poliedriche iniziative ; comprese le attività del nuovo Forum del volontariato che raccoglie come capofila in Umanitaria ben 35 associazioni. I corsi Humaniter 2013/2014 in particolare sono 590 suddivisi per vari ambiti dalla salute all’arte, alle lingue con un panorama aperto a 360 gradi sulla cultura e tutto ciò che riguarda il tempo libero. I soci di Humaniter sono attualmente 3.393. “I docenti,” spiega la Direttrice Humaniter Franca Magnoni,”sono 420 volontari. Mentre la segreteria e la biblioteca Humaniter sono gestite da altri 13 volontari. Siamo grati per il costante supporto che queste persone forniscono con la loro dedizione e competenza: sono l’esempio di come sia grande il cuore di Milano e di Napoli, città dove abbiamo le nostre due sedi operative”. Il legame col territorio è forte e fidelizzato e sono state premiate oggi Carla Cerati Zannini, nata nel 1920, l’iscritta più anziana dell’Humaniter e Loredana Rosenthal, due delle pioniere dell’Humaniter tra gli applausi del folto pubblico.

Presso il sito www.humaniter.org è possibile iscriversi e consultare la guida dei corsi. Tutti i soci possono partecipare gratuitamente alle attività proposte dall’Umanitaria. I corsi sono sia diurni che serali. Qualunque sia la sede, a Milano o a Napoli, la struttura e la programmazione dei corsi Humaniter è pressoché identica: con qualche piccola calibratura tematica territoriale, dettata dall’esigenza di recuperare il più possibile il filo della memoria locale, diffondendo tradizioni, usi e costumi della cultura meneghina da una parte e di quella partenopea dall’altra. Il programma Humaniter offre a giovani e meno giovani la possibilità di approfondire un certo tipo di studi, di soddisfare la loro curiosità in campi difformi da quelli loro usuali, o semplicemente di restare al passo dei tempi, attraverso un rapporto continuo con il mondo dell’arte e della cultura oltre che del mondo del lavoro.

Tags:
società umanitaria






A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.